In Valcamonica la Maj lancia la campagna

Le dosi iniettate da ieri mattina agli anziani della valle
Le dosi iniettate da ieri mattina agli anziani della valle

•• Il programma di vaccinazione dei cittadini di età superiore agli 80, promosso da Asst Valle Camonica, è realtà. Ieri mattina i primi over 80 si sono sottoposti alle sedute per l’inoculazione al Punto vaccinale territoriale presso la Fondazione Maj di Boario Terme, che non è nuova a questo tipo di operazioni poiché dal 2018 si effettua il servizio prelievi e, come dice il direttore generale dell’Asst, «è ormai divenuta un riferimento importante per tutti i residenti della Bassa Valle Camonica». Questa mattina anche alla Fondazione F.lli Bona di Capo di Ponte inizierà la Fase 1TER della campagna e a conti fatti saranno quattro i punti vaccinali riservati agli over 80, con l’ospedale di Esine e quello di Edolo e le due case di riposo. Il dottor Maurizio Galavotti informa che nei prossimi giorni sarà la volta dell’Hotel Covid di Edolo di via Marconi, 236 gestito dalla cooperativa Valle Camonica Solidale e della Fondazione Santa Maria della Neve, in via Romanino, 18 a Pisogne. In questi giorni il ritmo si attesterà sulle 150 vaccinazioni quotidiane, erogate dai due ospedali. Edolo, Capo di Ponte e Boario Terme ne garantiranno altre 100. La direzione strategica dell’Asst, che sovrintende giornalmente alle operazioni, esprime il proprio ringraziamento alla direzione ed al personale della Fondazioni F.lli Bona, Angelo Maj e Santa Maria della Neve ed alla cooperativa “Valle Camonica sicura” «...per la fattiva collaborazione prestata nell’attivazione dei Punti vaccinali territoriali, vero esempio di integrazione di differenti Unità di offerta sociosanitarie. Complessivamente - i dati si riferiscono all’altro giorno -, nei territori di Ats Montagna oltre 7000 over 80 hanno inviato la preadesione alla vaccinazione attraverso il portale regionale, sono attorno ai 4500 quelli che lo hanno fatto tramite le farmacie e sono ben oltre i 500 quelli che hanno contattato i medici di medicina generale. Da ieri in linea generale sono coinvolti nella campagna vaccinale della Valcamonica anche i medici di famiglia che avevano fatto pervenire la loro adesione all’iniziativa. •. L.Ranz.