L’addio a Castiglioni salumiere gentile Carmine in lacrime

Luigi Castiglioni: aveva 61 anni ed è pianto da tutto il Carmine
Luigi Castiglioni: aveva 61 anni ed è pianto da tutto il Carmine

La sua gentilezza e la sua simpatia resteranno indelebili nei cuori e nei pensieri di chi lo ha conosciuto e di chi ora lo ricorda con un sorriso, nonostante la grande sofferenza. Luigi Castiglioni se ne è andato «in punta di piedi» e troppo giovane, gettando tutti nello sconforto. Si è arreso a una lunga malattia a soli 61 anni, lasciando la moglie Elena e il figlio Gabriele di 13 anni. Ma il vuoto che lascia dietro di sé da venerdì rimbomba in tutti i vicoli del Carmine. Perché Luigi era un volto noto nel quartiere: fin da piccolo instancabile lavoratore nella bottega di famiglia. Una preziosa mano per il papà e lo zio nella storica salumeria «Castiglioni» di via San Faustino 19, uno degli ultimi baluardi del commercio cittadino, chiuso per sempre due anni fa. Una piccola bottega in cui sono transitate intere generazioni di bresciani, invitati dai ciccioli e dal profumo dell’ottimo bertagnì, ma soprattutto dalla cordialità della famiglia e di Luigi, titolare del negozio dal 1975. Tanti i messaggi di cordoglio e di stima sul suo profilo facebook, di chi lo conosceva e a cui «mancheranno le sue battute, le sue risate e il suo saper stare in compagnia». L’ultimo saluto domani alle 10.30 nella parrocchia di San Giovanni Evangelista. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.G.