La Fiera al debutto: fotografia della prima giornata

Le somministrazioni dalle 8 alle 20 per  sette giorni alla settimana
Le somministrazioni dalle 8 alle 20 per sette giorni alla settimana

Le otto di mattina! «Non sarà troppo tardi?». Meglio arrivare qualche minuto prima che qualche minuto dopo, è il pensiero che ha portato molti a presentarsi con largo anticipo in via Caprera. «C’è tanta voglia di uscire da questa tragedia, tanta voglia di sentirsi liberi», spiega Annamaria Indelicato, direttrice socio-sanitaria dell’Asst Spedali Civli. In effetti, ieri mattina presto, all’apertura dei battenti, a far coda all’hub della Fiera di Brescia è l’impazienza. Come se il contagio dipendesse da un numerino di prenotazione in più o in meno. Per il resto la mattina è filata liscia, mentre nel pomeriggio la «macchina» ha rallentato, registrando attese anche di due ore tra l’orario prenotato e la somministrazione. I numeri si illuminano sul dispaly. Il meccanismo è quello del supermercato, o di un qualsiasi ambulatorio dove si fanno gli esami: prendi il biglietto e aspetti il tuo turno. Lo spazio è immenso. Per quanto numerosi, i pazienti dentro il padiglione sembrano pochi. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Eugenio Barboglio

Suggerimenti