«Le armi non sono come giocattoli»

Il sindaco Anna Becchetti
Il sindaco Anna Becchetti
Il sindaco Anna Becchetti
Il sindaco Anna Becchetti

«Le armi non sono giocattoli» hanno commentato un paio di residenti di Corte Franca che hanno appreso la notizia dai telegiornali. In paese la vicenda è piombata del tutto inattesa e il sindaco Anna Becchetti dopo aver cercato senza riuscirci di mettersi in contatto con la famiglia del bimbo ha commentato: «Sono rimasta sconvolta. Ho cercato di trovare un modo di entrare contatto con la famiglia ma non ci sono riuscit, forse perché erano a Bergamo all’ospedale per seguire il piccolo. Domani (oggi ndr) andrò di persona a far loro visita per esprimere tutta la mia solidarietà e quella del paese e assicurando loro il sostegno necessario della comunità per superare questa vicenda che è incredibile sotto ogni aspetto. Mi auguro che il bimbo ce la faccia: dall’ospedale sono giunte buone notizie ma pensare che un bambino di quell’età mentre sta giocando sul balcone di casa sia vittima di un gioco assurdo con una pistola fa star male». «Per fortuna Carabinieri e Pronto soccorso hanno dimostrato tutta la loro professionalità, facendo arrivare il bimbo in ospedale in tempi rapidi - dice il sindaco -. Mi auguro non solo che le indagini siano rapide ma che tutti si rendano conto che le armi non sono giocattoli e devono essere affidate solo a chi è professionalmente preparato per usarle a difesa della comunità». G.C.C. © RIPRODUZIONE RISERVATA