Le gemelle Iside e Matilde vaccinate insieme a 90 anni

A Gavardo la vaccinazione per le sorelle gemelle Mabellini
A Gavardo la vaccinazione per le sorelle gemelle Mabellini

•• Le gemelle del vaccino anti-Covid, caso più unico che raro in tutta la provincia e non solo: Iside e Matilde Mabellini, classe 1930, si sono presentate puntuali ieri mattina all’hub di Gavardo e sono state vaccinate quasi in contemporanea, nel box 1 e nel box 2 del palatenda di via Orsolina Avanzi. Missione compiuta, almeno la prima parte: saranno insieme anche per la seconda (e ultima) somministrazione del siero Pfizer, già fissata per giovedì 18 marzo. Davvero una bella storia da raccontare, nell’Italia che prova a ripartire: da una vita a Gavardo, entrambe vedove – una da qualche anno, l’altra da pochi mesi – Iside e Matilde sono venute alla luce in casa, quando la madre aveva già 48 anni (per l’epoca, un vero record). Sempre fianco a fianco, tutte e due hanno lavorato allo storico lanificio di Bostone, prima della pensione, e sempre insieme hanno affrontato gioie e dolori, condividendo non solo un carattere orgoglioso e combattivo ma pure il taglio di capelli, e adesso anche la vaccinazione anti-Covid. Il piano per gli over 80 di Asst del Garda prosegue intanto a pieno ritmo: sono circa 320 le somministrazioni nei primi due giorni, come da programma, che proseguiranno anche oggi. L’hub di Gavardo è attualmente operativo con due linee di vaccinazione, aperto dalle 9 alle 17: a pieno regime, quando la campagna sarà davvero di massa, si prevedono fino a 6 box in contemporanea, in grado potenzialmente di erogare più di un migliaio di dosi al giorno, sette giorni su sette. Fino a nuovo ordine la struttura sarà aperta tre giorni a settimana: gli anziani coinvolti sono 5.310, provenienti da 17 Comuni di Garda e Valsabbia. Ma faranno riferimento a Gavardo anche i centri vaccinali di Bagolino, Gargnano e Nozza di Vestone, per altri 2.899 ultra 80enni, di altri 20 Comuni: il primo a partire, da martedì prossimo, sarà il punto vaccini allestito alla Rsa di Bagolino. Sono già in calendario anche le aperture degli hub di Castelletto di Leno, sempre martedì, di Lonato (da mercoledì) e di Manerbio, da lunedì 8 marzo (ma intanto gli over 80 si vaccinano in ospedale). Il totale degli anziani dell’ambito di Asst del Garda ammonta a 24.508 persone, da 76 Comuni diversi: tra questi si stima circa un 10% di allettati o a ridotta mobilità, e che quindi saranno vaccinati a domicilio. Per motivi di quantità, un minor numero di dosi disponibili, a loro sarà somministrato il siero Moderna. •.