LE RESTRIZIONI

Da lunedì la Lombardia torna arancione

Riaprono negozi, parrucchieri, centri estetici. In aula i ragazzi delle seconde e terze medie e delle superiori al 50%-75%. Rt nazionale in calo da 0,98 a 0,92
Per la riapertura di bar e ristoranti serve il passaggio in zona gialla
Per la riapertura di bar e ristoranti serve il passaggio in zona gialla
Per la riapertura di bar e ristoranti serve il passaggio in zona gialla
Per la riapertura di bar e ristoranti serve il passaggio in zona gialla

La Lombardia torna arancione: il ministro Speranza firmerà in giornata l'ordinanza che da lunedì 12 aprile fa tornare la nostra regione, insieme a Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Toscana, in un colore meno pesante.

Il calo generalizzato dei contagi e dell'indice Rt (il bollettino curato da Davide Manca, docente del Politecnico di Milano, sulla base dei numeri di ieri lo fissava a 0,8 e comunque sotto la media nazionale) sono così sufficienti per garantire il passaggio da zona rossa a zona arancione, sebbene la pressione sugli ospedali resti elevata così come il numero dei decessi (130 nella sola giornata di ieri).

La nuova classificazione consente la riapertura dei negozi, dei parrucchieri e dei centri estetici, il rientro in classe dei ragazzi di seconda e terza media e delle superiori al 50-75%.

Nel frattempo, l'anticipazione del monitoraggio rivela che il valore dell'Rt nazionale scende da 0,98 a 0,92. In calo anche il valore dell’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti che arriva a 185 dai 232 della scorsa settimana.

Natalia Danesi

Suggerimenti