calcio

Mondiali, Marocco ai quarti di finale in Qatar: la gioia dei tifosi per le strade di Brescia

di Paola Buizza
Bandiere e canti per la storica vittoria hanno animato la città con la festa della comunità marocchina
La comunità marocchina di Brescia in festa per la vittoria della squadra di calcio contro la Spagna ai Mondiali in Qatar
La comunità marocchina di Brescia in festa per la vittoria della squadra di calcio contro la Spagna ai Mondiali in Qatar
Festa dei marocchini a Brescia per la vittoria in Qatar

Prima grande sorpresa agli ottavi dei Mondiali di Qatar 2022. Il Marocco batte la Spagna 3-0 ai rigori e vola ai quarti, dove incontrerà il Portogallo che ha battuto la Svizzera per 6 a 1.  La gioia per la vittoria è esplosa in tutta Italia, tra le comunità marocchine. Brescia non è da meno. Gruppi di persone si sono ritrovate all'angolo tra via Milano e via Franchi, in corso Mameli e in altre zone della città con fumogeni e bandiere rosse con la stella per  per festeggiare la storica vittoria della squadra nordafricana

La gioia delle donne marocchine per la vittoria - OnlyCrew/Filippo Venezia

«È una vittoria storica per il Marocco, ma anche per l’Africa. Credo che dal 2010 nessuna squadra africana abbia raggiunto i quarti. A livello tattico siamo stati incredibili, non abbiamo lasciato nulla agli spagnoli». In queste parole tutta la gioia e l’orgoglio del ct del Marocco, Walid Regragui. «Ai rigori ci vuole un po' di fortuna, ma sapevamo di avere uno dei migliori portieri del mondo. Non sappiamo contro chi giocheremo nei quarti di finale, ma non vogliamo fermarci qui», ha aggiunto Regragui.

Le foto della festa in via Milano

I cittadini e tifosi marocchini in festa lungo via Milano, a Brescia
I cittadini e tifosi marocchini in festa lungo via Milano, a Brescia

La galleria fotografica

Comunità marocchina in festa a Brescia - OnlyCrew/Simone Venezia

I tifosi in corso Mameli

Tifosi marocchini in corso Mameli - OnlyCrew

L'orgoglio di chi è nato in Marocco e vive a Brescia

Al 115' la tensione era tale, che ha smesso di guardare la tv. Elia Moutamid, cineasta bresciano nato a Fès e cresciuto a Rovato, è in "overdose di gioia". O meglio, avrebbe voluto proprio essere lì, in un caffè di Fès o Casablanca, per respirare l'entusiasmo per la storica vittoria agli ottavi dei Mondiali del Qatar. Su Facebook ha pubblicato una foto nella quale indossa la maglia del Marocco.

 

Gioia anche in casa di Naima Daoudagh, mediatrice interculturale di origini marocchine che vive e lavora nel Bresciano.

Sempre in famiglia, la gioia di Abdelmajid Daoudagh, fratello di Naima. Operaio, sindacalista ed esponente della sinistra marocchina, da oltre 30 vive in Italia, dove lavora come operaio in un'azienda bresciana, con tanto di cittadinanza acquisita.  "Proud, proud, proud" (orgoglioso, orgoglioso, orgoglioso)  esclama su Facebook 

Le congratulazioni del re del Marocco

Mohammed VI  si è congratulato con la nazionale per la storica qualificazione ai quarti di finale dei Mondiali. Lo riferisce l’agenzia Map. Il re del Marocco  ha parlato al telefono con il presidente della Federcalcio marocchina, Fouzi Lekjaa, e con l’allenatore della nazionale, Walid Regragui, esprimendo le sue «sincere congratulazioni ai giocatori e allo staff tecnico e amministrativo che hanno dato il meglio di se stessi e hanno fatto un’eccellente prestazione» nelle partite in Qatar.

Festeggiamenti per la vittoria del Marocco - OnlyCrew

Il re «ha salutato la prestazione storica dei componenti della nazionale che hanno soddisfatto le aspettative e le aspirazioni del numeroso e valoroso pubblico marocchino che li sostiene in Marocco, Qatar e in tutto il mondo, invitandoli a mantenere la rotta in questa competizione per continuare ad onorare il calcio nazionale e portare alta la bandiera del Regno», scrive l’agenzia.