Mensa universitaria, ripresi i lavori: aprirà a fine anno

La mensa universitaria di corso Mameli dopo lo stop di alcuni mesi registra una ripresa dei lavori che dovrebbe portare all’apertura a cavallo di fine annoAttenzione all’estetica nella recinzione del cantiere
La mensa universitaria di corso Mameli dopo lo stop di alcuni mesi registra una ripresa dei lavori che dovrebbe portare all’apertura a cavallo di fine annoAttenzione all’estetica nella recinzione del cantiere
La mensa universitaria di corso Mameli dopo lo stop di alcuni mesi registra una ripresa dei lavori che dovrebbe portare all’apertura a cavallo di fine annoAttenzione all’estetica nella recinzione del cantiere
La mensa universitaria di corso Mameli dopo lo stop di alcuni mesi registra una ripresa dei lavori che dovrebbe portare all’apertura a cavallo di fine annoAttenzione all’estetica nella recinzione del cantiere

La mensa universitaria è ripartita. Il cantiere ha riaperto. E va verso la conclusione, attesa per fine anno, inizio 2022. Brescia Infrastrutture è stata costretta quasi ad un reset, a ripartire se non da zero da...due. Tradita dall’azienda che aveva vinto l’appalto, con la quale ha risolto il contratto, constatato che i lavori erano in grande ritardo. Da giugno, in via Mameli tutto taceva accanto alla sala di lettura. Cosa era successo? Avevamo scritto che il contratto era stato risolto, ma ora Brescia Infrastrutture oltre ad annunciare la ripresa, scende nel dettaglio. «La We Build Tech 1, azienda di Cagliari - spiega Alberto Merlini, direttore operativo di Brescia Infrastrutture - aveva vinto l’appalto con uno sconto del 24,9%: per 643mila euro avrebbe realizzato la mensa nell’ex Buonissimo. I lavori sono iniziati il 21 settembre 2020 e da contratto avrebbero dovuto terminare il 17 giugno scorso. Ma i problemi si sono manifestati quasi subito. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Eugenio Barboglio

Suggerimenti