LE INDAGINI

Molotov in via Morelli, martedì l'interrogatorio per i due no vax arrestati

I fiori che le delegazioni sindacali hanno deposto  il Primo Maggio nel punto in cui fu scagliata una delle molotov
I fiori che le delegazioni sindacali hanno deposto il Primo Maggio nel punto in cui fu scagliata una delle molotov

Saranno interrogati martedì in carcere a Brescia Paolo Pluda e Nicola Zanardelli, i due no vax bresciani arrestati con le accuse di atto di terrorismo con ordigni micidiali e porto e detenzione di armi da guerra per aver lanciato due molotov lo scorso 3 aprile contro il centro vaccini di via Morelli a Brescia.

Contro i due 50enni ci sono le immagini delle telecamere registrate al momento del lancio delle bottiglie incendiarie e quelle registrate poco prima quando, ad un distributore di benzina, preparano le due molotov. Entrambi sono incensurati e in questi mesi sui social hanno manifestato idee negazioniste e attaccato il governo per la gestione della pandemia.

Suggerimenti