Torre Tintoretto, demolizione al via

Iniziati ieri mattina i lavori alla struttura di San Polo. L'intervento di abbattimento dovrebbe proseguire per due mesi
Lo squarcio  nella torre Tintoretto provocato dalla macchina demolitrice che secondo un preciso cronoprogramma abbatterà l’edificio SERVIZIO FOTOLIVEAlta 18 piani, la struttura abitativa ospitava 190 appartamenti in cui le famiglie hanno vissuto fino al 2012
Lo squarcio nella torre Tintoretto provocato dalla macchina demolitrice che secondo un preciso cronoprogramma abbatterà l’edificio SERVIZIO FOTOLIVEAlta 18 piani, la struttura abitativa ospitava 190 appartamenti in cui le famiglie hanno vissuto fino al 2012
Le ruspe all'opera

Un giorno storico che segna l’inizio di una nuova era per il quartiere di San Polo. Il 30 novembre del 2021, verrà ricordato come la fine di quasi 40 anni di una storia edilizia e sociale bresciana spesso disprezzata e criticata, simbolo di disagio, degrado e di abbandono. Ieri mattina, pochi minuti prima delle 11 è stato dato il via allo sbriciolamento della Torre Tintoretto e una ruspa demolitrice ha iniziato la sua opera di distruzione. Nessuna scenografica esplosione dinamitarda o nube di fumo a invadere la zona, nessun boato a far vibrare le finestre di abitazioni e piccole imprese nelle vicinanze. I lavori di demolizione, affidati alla ditta milanese Vitali, andranno avanti cadenzati da un preciso schema di abbattimento a gradoni per garantire sicurezza e stabilità. Gli abitanti di via Cimabue avranno due mesi di tempo per dire definitivamente addio agli 80mila mq di cemento armato che rivestono i 190 appartamenti distribuiti su 18 piani. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Marta Giansanti