Parco di via Rizzo, aggredito Brumotti

Vittorio Brumotti con gli agenti bresciani nei momenti successivi all’aggressione subitaUn frame dell’aggressione diffuso dall’ufficio stampa di Striscia la Notizia
Vittorio Brumotti con gli agenti bresciani nei momenti successivi all’aggressione subitaUn frame dell’aggressione diffuso dall’ufficio stampa di Striscia la Notizia

•• Il nostro articolo-denuncia sulla situazione di degrado legata allo spaccio in via rizzo dell’11 febbraio ha avuto una rilevanza nazionale: ieri in città si è presentato sulla sua bicicletta Vittorio Brumotti, inviato storico di Striscia la Notizia specializzato in servizi sulle piazze dello spaccio. E il suo obiettivo era proprio quello di realizzare un focus su quanto sta andando avanti da un anno a questa parte nella zona del parchetto divenuto, dopo la chiusura nel lockdown di parco Gallo e di parco Pescheto, un mercato di spaccio a cielo aperto. Quello che però il 40enne di Finale Ligure non si aspettava, ma che in tanti temevano e che giustifica la paura dei residenti della strada che congiunge via Corsica e via Rodi, è stata un’aggressione fisica violentissima da parte di tre spacciatori, «disturbati» dal biker ligure nelle loro operazioni. Brumotti e due persone della sua troupe sono stati aggrediti con pugni, calci e sputi durante le riprese del servizio sullo spaccio di droga. Gli aggressori hanno danneggiato anche il furgone della troupe, due telecamere e la bici di Brumotti. L’inviato del Tg satirico di Antonio Ricci si era presentato a Brescia in seguito ai nostri servizi ed alle tante segnalazioni di cittadini esasperati perché in quella zona gli spacciatori fanno ormai da tempo i loro traffici indisturbati, alla luce del sole, come testimoniato dai nostri articoli e dagli scatti dei nostri fotografi. Dopo l’aggressione è intervenuta la Volante (la Polizia era presente in zona anche nella giornata di venerdì: 1 arresto e sequestro di 220 grammi di marijuana) con diversi equipaggi, mettendo fine alla colluttazione e portando in Questura per accertamenti gli aggressori. «È l’aggressione più violenta che abbia mai subito - ha raccontato Brumotti -. Ho temuto il peggio, ma questo non mi scoraggia ad andare avanti nella battaglia per liberare le piazze d’Italia dalla droga». Il campione del mondo di bike trial non ha voluto rilasciare altre dichiarazioni, ringraziando però i media locali ed i residenti per le segnalazioni in merito alla situazione: «Ne abbiamo ricevute tante» ha raccontato ancora un po' scosso per quanto successo, ma al tempo stesso apparso sereno dietro alla mascherina mentre i negozianti di via Rizzo ed i residenti dalle finestre lo ringraziavano per essere venuto a vedere in prima persona cosa sta succedendo. Il servizio di Striscia la Notizia andrà in onda in settimana (molto probabilmente nell’edizione già di domani) e le immagini si preannunciano decisamente forti: una volta di più le paure ed i timori di chi in quella strada vive e lavora si sono manifestate e la situazione continua ad essere estremamente difficile e senza per ora nessuna soluzione.•.