la protesta

Sgarbi alla Pinacoteca di Brescia con la maschera di Zorro

Vittorio Sgarbi al suo arrivo in Pinacoteca a Brescia
Vittorio Sgarbi al suo arrivo in Pinacoteca a Brescia
Sgarbi e la polemica in maschera

Il critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi si è presentato alla Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia per prestare un quadro di sua proprietà, con una mascherina sugli occhi alla Zorro, in polemica con le mascherine anticovid. Il direttore di Brescia Musei Stefano Karadjov lo ha presentato come «Diego Garcia Sgarbi». Vittorio Sgarbi ha portato il ritratto di Carlo Emanuele Massa di Giacomo Ceruti, di sua proprietà. L’opera resterà in prestito fino a settembre, in cambio del prestito al Mart di Rovereto, di cui Sgarbi è presidente, di due dipinti del museo bresciano.  Un grande prestito che va ad arricchire dal 13 maggio al 18 settembre il percorso del Settecento recentemente rinnovato della Pinacoteca Tosio Martinengo. Da venerdì 13 a domenica 15 maggio la Pinacoteca resterà aperta al pubblico fino alle ore 20 (ultimo ingresso ore 19) e alle ore 18 sarà possibile prendere parte ad una visita guidata gratuita per scoprire il nuovo arrivo.