Tremosine, Salò, Gargnano Il trend è in deciso aumento

Contagi in aumento a Salò
Contagi in aumento a Salò

Preoccupazione in alto Garda per i contagi in alcune zone. Il trend è in crescita, se rapportato ai residenti, a Gargnano (poco più di 2.800 residenti) e a Tremosine (poco più di 2.000). Aumento deciso anche a Salò. «Il numero (31 i positivi) e l’andamento dei contagi – afferma il sindaco di Tremosine Battista Girardi – ha assunto dinamiche e preoccupanti. Attualmente il parametro utilizzato per classificare una “zona rossa” nella nostra comunità è raddoppiato. Non possiamo più permetterci leggerezze e inosservanze», è l’invito rivolto ai cittadini. Tra le 18 frazioni la recrudescenza dei contagi si fa sentire soprattutto a Campione, nell’unica frazione a lago (circa 110 abitanti), dove in febbraio si è passa ti da 0 a 11 positivi con un paio di decessi. Qualche chilometro più a sud del parco, a Gargnano, nell’ultima settimana i casi sono raddoppiati ed ora il conteggio dei positivi è salito a 29. Detto delle isole felici del Comune di Magasa, ancora fermo a zero contagi, di Valvestino con un paio di positivi, di Limone con una persona positiva in quarantena ed una in isolamento fiduciario e di Tignale fermo da giorni a 5 contagiati di cui 2 ricoverati, c’è invece attenzione anche a Gardone Riviera dove negli ultimi 7 giorni il totale è salito da 15 a 21. A Salò - è la sintesi del sindaco Giampiero Cipani - «il peggioramento rispetto a 6 giorni fa è decisamente marcato: siamo passati da 66 a 91 persone in isolamento obbligatorio e da 6 a 9 in ospedale». Meno di trenta invece sono i contagi a Toscolano Maderno, numeri imparagonabili a quelli di altre realtà bresciane. •.L.S L.Scar.