Uccide la moglie con dieci coltellate. E poi si costituisce

Giuseppina Di Luca in un’immagine tratta da Instagram
Giuseppina Di Luca in un’immagine tratta da Instagram
Giuseppina Di Luca in un’immagine tratta da Instagram
Giuseppina Di Luca in un’immagine tratta da Instagram

Le coltellate. Almeno una decina, per porre fine a un’esistenza che si era allontanata da lui. Al punto da arrivare a una separazione, e a un cambio di residenza. E proprio sulle scale di quella nuova e ultima residenza si è consumato, ieri mattina ad Agnosine, l’omicidio di Giuseppina Di Luca, 46 anni. Poco dopo, ai carabinieri di Sabbio Chiese, si è costituito Paolo Vecchia, il marito da cui la vittima si stava separando. Che lui non accettasse la separazione, che questo per lui fosse insostenibile, sembra emergere da alcuni sfoghi avuti con i colleghi. Ma nessuno era arrivato a immaginare che potesse finire in questo modo. Che in una mattina soleggiata, in un paesino circondato dai boschi e dalla bellezza di fine estate, una donna si ritrovasse in un lago di sangue pronunciando quelle che sarebbero state le sue ultime parole: «Mi hanno accoltellato». (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Mario Pari

Suggerimenti