Un milione di vaccinati: il traguardo di Brescia

La somministrazione  di una dose di vaccino a un giovane, la fascia di età più colpita resta quella compresa tra i 25 e i 49 anni; a seguire gli over 50
La somministrazione di una dose di vaccino a un giovane, la fascia di età più colpita resta quella compresa tra i 25 e i 49 anni; a seguire gli over 50
La somministrazione  di una dose di vaccino a un giovane, la fascia di età più colpita resta quella compresa tra i 25 e i 49 anni; a seguire gli over 50
La somministrazione di una dose di vaccino a un giovane, la fascia di età più colpita resta quella compresa tra i 25 e i 49 anni; a seguire gli over 50

A Brescia e provincia la campagna provinciale procede spedita verso il milione di vaccinati. L'obiettivo è all'orizzonte: secondo i dati territoriali diffusi da Regione Lombardia ieri sera erano 999.766 mila i bresciani con prima dose, 898.604 coloro che hanno concluso il ciclo anti-Covid. Una percentuale di copertura pari al 92,72% con punte di massima adesione in Valcamonica e minime sul Garda. Il primato spetta a Vezza d'Oglio dove si è andati oltre il target prefissato di 1.195 persone da raggiungere visto che in ben 1.199 hanno ricevuto la loro prima dose di vaccino (100.33%). Segue a ruota Berzo Inferiore con 2.070 prime dosi su un target di 2.087 persone (99.19%). Agli antipodi Limone sul Garda (76,50) e Sirmione (82,01), seguiti da altri comuni del Benaco. Il dato generale della provincia, quel 92,72% che ci colloca tra le prime quattro in Lombardia per copertura della popolazione, supera la media nazionale dell’86,43% di italiani vaccinati con prima dose (46.681.124). (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Paola Buizza

Suggerimenti