L’EVENTO

Una via X Giornate mai vista per la Capitale della cultura: immagini della festa

di Marta Giansanti
Brescia, strada riconsegnata ufficialmente alla città dopo mesi di lavoro con l’inaugurazione
Magici gli spettacoli andati in scena  in città: un percorso speciale promosso dal Centro Teatrale Bresciano FOTO ONLY CREW/Valentina RennaTanta la gente incuriosita dalle attrazioni proposte per la festa d’inaugurazione della via ONLY CREW/Valentina Renna
Magici gli spettacoli andati in scena in città: un percorso speciale promosso dal Centro Teatrale Bresciano FOTO ONLY CREW/Valentina RennaTanta la gente incuriosita dalle attrazioni proposte per la festa d’inaugurazione della via ONLY CREW/Valentina Renna
La metamorfosi avviata a luglio è completata: la galleria

La fine dell’incubo-Covid è anche questo: eventi normali che diventano straordinari, come poter inaugurare un angolo di città tra centinaia di persone allietate dalla travolgente Fanfara dei Bersaglieri di Bedizzole e dai suggestivi e magici spettacoli di strada promossi dal Centro Teatrale Bresciano. Dopo mesi di lavoro e dopo qualche giornata di «libera fruizione», via X Giornate, ieri pomeriggio, è stata riconsegnata ufficialmente alla cittadinanza con una vera e propria festa inaugurativa. Un taglio del nastro in pompa magna per una «promenade» tirata a lustro e sempre più bella. «Un progetto strategico per rendere maggiormente fruibile e accogliente il nostro centro storico - ha esordito il sindaco Emilio Del Bono -. La città sta cambiando pelle e si comincia ad intravedere quel disegno che l'amministrazione comunale ha avviato ormai da tempo e che passa attraverso una serie di interventi di rigenerazione urbana, di regime della mobilità, di nuovi arredi.

Un centro storico gradualmente più pedonalizzato

Un disegno che vede il cuore di Brescia sempre più protetto e pedonalizzato e che dà la possibilità e il privilegio a famiglie, bambini, anziani e a chiunque, di godersi le più importanti piazze in totale sicurezza, ammirando la loro maestosa bellezza, definitivamente riconquistata». Il tratto di via X Giornate, l’ultima a «resistere» alla pedonalizzazione nel quadrante del centro storico era considerata, fino a poche settimane fa, una strada di passaggio per molte automobili. Una «barriera» aperta (solo a chi aveva il permesso) che consentiva di tagliare le «vecchie» mura alla guida di un mezzo. Ora negato. Una metamorfosi avviata da Brescia Infrastrutture lo scorso luglio (dopo i cantieri per i sottoservizi di A2A del novembre del 2021): quattro mesi di duro lavoro e un investimento di 625 mila euro «per contribuire ulteriormente a rendere il nostro capoluogo - spiega Marcello Peli, presidente di Brescia Infrastrutture la partecipata del Comune che si è occupata del restyling - vivibile, ecologico e ovviamente attraente. Abbiamo eliminato circa 2.200 mq di asfalto, sostituito con cubetti di porfido secondo un progetto studiato dai nostri architetti e avallato dalla Soprintendenza nel rispetto dell’antichità dei luoghi. Infine in corrispondenza degli attraversamenti pedonali sono state posizionate lastre di granito storiche recuperate dai passati lavori di piazza Vittoria».

Il nuovo impianto per l’illuminazione pubblica

Ed è stato realizzato un nuovo impianto per l’illuminazione pubblica. Un patrimonio architettonico e culturale tornato a risplendere, come ribadisce la vicesindaco Laura Castelletti: «Ci riappropriamo di uno spazio mai visto così, un tassello che si aggiungerà alle bellezze da scoprire in occasione di Brescia Capitale della Cultura 2023. Un appuntamento a cui ci avviciniamo a gran velocità: ci tremano le vene e i polsi, saremo sotto gli occhi dell'Italia intera. Sono sicura che mostreremo il meglio di noi stessi, della nostra città e della nostra cultura. Aspettiamo quindi il fine settimana dal 20 al 22 gennaio per l’apertura dell’anno con il presidente Sergio Mattarella, che abbiamo invitato al Teatro Grande».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA