CHIUDI
CHIUDI

23.08.2019

A pochi giorni da
Nadia si è spenta
sua nonna Maria

Dopo i funerali di Nadia Toffa anche la morte della nonna Maria
Dopo i funerali di Nadia Toffa anche la morte della nonna Maria

Quattro giorni tra i funerali di nipote e nonna. Quello che ha commosso una intera nazione e ha riempito la piazza Paolo VI, e quello in forma riservata che ha stretto attorno al feretro una famiglia già provata. La nonna di Nadia Toffa si è spenta poco dopo la giornalista delle Iene a Cerveno. La fibra affaticata dagli anni e dalla malattia e ulteriormente indebolita dalla fine della nipote. Ha resistito otto giorni, per arrendersi alla veneranda età di 97 anni, Maria Cocchi. E veneranda non è aggettivo fuori luogo, visto che era la più anziana del paese della Valcamonica. Ma la famiglia ha scelto di rendere nota la scomparsa solo a funerali avvenuti, celebrati nella quiete della chiesa di Santa Maria Assunta, lontano dalle telecamere del 20 agosto nella cattedrale di Brescia quando è stato dato l’ultimo saluto a Nadia Toffa.


MARIA COCCHI aveva tre figlie, una delle quali è appunto Margherita, la mamma della giornalista bresciana. E cinque nipoti. Era nata a Braone il 25 gennaio del 1922 ma presto si era trasferita a Cerveno, subito dopo il matrimonio col marito Enrico. L'annuncio della morte di Nadia Toffa è stato dato durante la giornata del 13 agosto. Il decesso era avvenuto alle 8,25 della mattina. A dare la notizia erano state da «Le Iene» con un messaggio su facebook, il programma tv che l'ha portata a farsi conoscere da tutti gli italiani Nadia scoprì la sua malattia a novembre del 2017 a Trieste quando ebbe un malore in albergo. I controlli successivi portarono alla scoperta del cancro al cervello. Alcuni mesi dopo la commovente rivelazione della sua malattia in diretta tv alle Iene poi la lunga battaglia tra cure e ritorni sul piccolo schermo. Non aveva avuto paura di testimoniare la sua battaglia contro la malattia, e questo ha accresciuto un affetto dei fan che già era molto forte.


NE È STATA una conferma l’enorme partecipazione di gente comune al funerale in Duomo a Brescia e nei giorni precedenti la fila di persone che sono andate a visitarla nella camera ardente allestita al teatro Santa Chiara.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1