CHIUDI
CHIUDI

16.09.2019

A Pontida 2mila bresciani sul pratone con Salvini

«Questa è l’Italia che vincerà. L’odio e la paura non abitano a Pontida». Matteo Salvini ha parlato ieri davanti a decine di migliaia di militanti stipati nel pratone leghista, al primo vero test dopo l’uscita traumatica dal governo. Tra le 60-70mila persone presenti anche duemila bresciani, arrivati con un entusiasmo alle stelle fin dai paesi più remoti delle valli. E c’è stato spazio pure per le polemiche dopo le aggressioni subite da Gad Lerner e da un altro giornalista di Repubblica. «Né nella Lega né a Pontida c'è stato spazio per l'antisemitismo» ha precisato l’onorevole bresciano Paolo Formentini condannando quanto accaduto. •>SPATOLA PAG 2 e 9

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1