CHIUDI
CHIUDI

26.03.2018

Appoggio a Del Bono, le condizioni dei socialisti

Lorenzo Cinquepalmi
Lorenzo Cinquepalmi

Grandi manovre nel centrosinistra cittadino in vista delle elezioni per Palazzo Loggia. Domani pomeriggio alcuni esponenti dell’area socialista presenteranno una piattaforma politico-programmatico che pone alcune precise condizioni per il sostegno alla rielezione del sindaco Emilio Del Bono. A promuovere l’iniziativa sono il segretario regionale del Partito Socialista Lorenzo Cinquepalmi e il responsabile cultura e informazione del Psi bresciano Roberto Bianchi, ma con loro c’è anche l’assessore all’Istruzione della Giunta Del Bono Roberta Morelli. L’obiettivo è raccogliere altre adesioni, ma il fatto che a promuovere l’iniziativa ci sia un assessore uscente è indicatore di una situazione quanto meno «fluida». La piattaforma guarda in prospettiva a Brescia 2030. Le idee in campo, si legge nella presentazione dell’incontro di domani, «vanno dall'assunzione del ruolo di leadership nel territorio provinciale all'uso del miliardo di euro rappresentato dalla quota di A2A per un grande piano di investimenti; dal nuovo welfare municipale a una diversa politica della cultura; da un approccio non securitario al tema della sicurezza, all'impegno per un'amministrazione davvero trasparente». Un’ agenda che evidenzia più di un punto di distanza da quanto è stato sempre dichiarato dal sindaco Del Bono, a cominciare dalla richiesta di smobilizzare la quota di A2A. Secondo i promotori della piattaforma, il Comune di Brescia dovrebbe cedere il proprio 25 per cento della multiutility incassando un vero e proprio tesoretto da destinare a un maxi piano di investimenti. ANCHE SULLA CULTURA le differenze sono abbastanza evidenti. La gestione delle politiche culturali che in questi anni a fatto capo a un’altra esponente di primo piano della diaspora socialista come Laura Castelletti non convince gli estensori della piattaforma. Serve «una diversa politica della cultura» che abbia nel consiglio comunale il proprio referente, bilanci compresi. Brescia Musei non può concepirsi come un soggetto autoreferenziale. L’obiettivo è riportare Brescia nel circuito dei grandi eventi culturali. L’INIZATIVA non ha nulla a che vedere con il percorso, ormai concluso, della lista «Insieme» promossa alle elezioni politiche da socialisti, Verdi e area civica. Solo pochi giorni fa il presidente delle Federazioni provinciale dei Verdi Salvatore Fierro ha annunciato il sostegno «incondizionato» a Del Bono. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

P.BUI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1