CHIUDI
CHIUDI

10.01.2017

Architetti, notai e ingegneri, la sfida per Icaro

I cestisti della Icaro Omal Brescia nella partita al Centro San Filippo
I cestisti della Icaro Omal Brescia nella partita al Centro San Filippo

Non capita tutti i giorni di vedere in campo a sfidarsi architetti, notai e ingegneri come è invece successo al secondo «Torneo professionisti uniti per Icaro» che si è svolto al centro San Filippo a Brescia. Il torneo è stato organizzato da Icaro Sport Disabili, l’associazione sportiva nata per promuovere l’incontro tra sport e disabili, in collaborazione con BSportING, associazione sportiva legata all’Ordine degli ingegneri di Brescia di cui Icaro è membro onorario.

Dalle 14 di sabato giovani e adulti si sono sfidati sui campi da tennis, calcio e ping pong. Per i bambini era presente il truccabimbi e a fine partita essi hanno potuto provare a giocare a basket seduti su una carrozzina. Alle 16, prima dell’esibizione della Icaro Omal Basket Brescia, squadra che partecipa al campionato Italiano di Basket in Carrozzina, sono stati ringraziati i donatori grazie ai quali è stato possibile realizzare l’evento. Il costo di una carrozzina sportiva per permettere a chi ha una disabilità motoria di fare sport si aggira attorno ai 4 mila euro. Nel 2016 grazie a eventi come questi e alle campagne di raccolta fondi sul territorio è stato possibile acquistare tre nuove carrozzine sportive: per Francesco, il giovane atleta Icaro che è stato chiamato a far parte della squadra Nazionale Under 23 che sta disputando gli europei a Lignano Sabbiadoro; per Mauro, la preziosa ala dell’Icaro Omal Basket Brescia, e infine per Endrit, il più giovane atleta del campionato. La sua carrozzina è già in viaggio per permettergli di giocare il suo primo campionato di serie B al meglio.

PER ENDRIT, durante la cena c’è stata un’altra sorpresa: Icaro e BSportING gli hanno consegnato una pergamena di riconoscimento come atleta più promettente del campionato

L’evento ha rafforzato il legame tra Icaro e i professionisti bresciani ponendo le basi per realizzare altri progetti futuri di sensibilizzazione e di educazione sul territorio.

Il prossimo obiettivo di Icaro sarà lo sviluppo del settore minibasket che interessa i più piccoli. A breve partiranno i primi allenamenti e serviranno nuove risorse. Per questo l’associazione confida sulla collaborazione di tutti.

Per l’iniziativa di sabato i rappresentanti di Icaro ringraziano in particolare l’Asd Tennistavolo Coccaglio, l’Avis locale e il Comune di Coccaglio per l’organizzazione dell’area ping pong e il Centro San Filippo per la concessione gratuita dello spazio, oltre a tutti i professionisti che hanno partecipato all’evento.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1