CHIUDI
CHIUDI

13.03.2014

Arte e filosofia unite nel nome di Severino

Emanuele Severino
Emanuele Severino

L'arte incontra la filosofia nell'Omaggio a Emanuele Severino promosso dall'Associazione Artisti Bresciani con il patrocinio del Comune e della Fondazione Brescia Musei. Il tributo al grande intellettuale bresciano, accademico dei Lincei e professore di Ontologia fondamentale all'Università Vita Salute San Raffaele, si terrà lunedì 17 marzo all'Auditorium di Santa Giulia dalle ore 17.30, alla presenza dello stesso Severino e con l'intervento di Massimo Cacciari, pensatore e docente dell'Università Vita Salute, Carlo Sini, già professore di Filosofia teoretica all'Università statale di Milano, e Vincenzo Vitiello, professore di Filosofia della storia all'Università Vita Salute San Raffaele.
Nell'occasione verrà presentato il numero monografico de «Il Pensiero – Rivista di filosofia 2/2012» che contiene 11 saggi dei più importanti filosofi italiani in omaggio a Severino, il «grande maestro» nato a Brescia nel 1929, laureatosi a Pavia con una tesi su Heidegger e la metafisica, per molti anni ordinario di Filosofia teoretica all'Università di Venezia. Una storia raccontata nel suo contributo da Vitiello, che ripercorre quarant'anni del pensiero del filosofo bresciano a partire dalla pubblicazione dell'opera «La struttura originaria».
«BRESCIA HA un importante e ricchissimo patrimonio culturale fatto non solo di opere ma anche di uomini e studiosi – sottolinea il vicesindaco e assessore alla Cultura, Laura Castelletti -. Quella di lunedì sarà un'occasione per celebrare una personalità importante per la città e un uomo di cultura». L'Associazione Artisti Bresciani, come spiega il suo presidente Dino Santina, ha ideato l'incontro nella convinzione che «la filosofia non deve essere una riflessione distaccata e solo per addetti ai lavori, così come la nostra associazione non propone solo attività espositive ma anche culturali in senso lato», sottolinea Santina ricordando alcuni temi portanti del pensiero di Severino che hanno un aggancio diretto con la realtà attuale: dal tema della collaborazione fra lavoratori e capitalisti a quello del rapporto fra efficienza e solidarietà, dalle dissertazioni sui governi tecnici alle elaborazioni sull'arte, fino alla strage di piazza Loggia, «di cui Severino ha analizzato le connessioni fra terrorismo e situazione politica internazionale».
Sotto tutti questi aspetti la filosofia «rappresenta un supporto nelle situazioni di oggi – spiega Santina -, per capire meglio la nostra realtà». Durante l'incontro, che come evidenzia Fausto Lechi, presidente della Fondazione Brescia Musei, «valorizza le eccellenze bresciane», si parlerà anche di uno dei saggi contenuti nel numero monografico di «Il Pensiero», dedicato alla figura di Italo Valent. LI.CE.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1