CHIUDI
CHIUDI

11.07.2019

Ascensore inclinato,
avanti con il progetto
per il Castello

Un modello di ascensore inclinato simile a quello che si vorrebbe realizzare a Brescia
Un modello di ascensore inclinato simile a quello che si vorrebbe realizzare a Brescia

Facilitare l’accesso al Castello è sempre stato un obiettivo, ma più che altro a parole mai perseguito con i fatti. A mezza strada tra le parole e i fatti però ci sono i progetti, e di progetti su come portare in cima al colle Cidneo le persone, da pedoni e non da automobilisti o da utenti degli autobus, ce ne sono stati tanti. Il problema del collegamento diretto con la città è stato oggetto di studi e progetti fin dagli anni Cinquanta. Ascensori verticali, cabinovie, scale mobili, ascensori inclinati con partenze da San Faustino, dalla Salita del Ricordo, dalla galleria, da Fossa Bagni, da Santa Giulia: ma tutti, spesso per difficoltà oggettive, sono rimasti nel cassetto.

 

NEL FEBBRAIO dell’anno scorso Bresciaoggi scrisse che il Comune stava valutando un ascensore inclinato. Qualche giorno prima in occasione della presentazione dei progetti di valorizzazione del Castello, il sindaco aveva parlato più genericamente di un sistema meccanizzato pedonale. Il sistema meccanizzato era appunto un ascensore. A caldeggiare questa soluzione erano e sono tutt’oggi soprattutto gli Amici del Cidneo che a dicembre 2017 portarono all’attenzione del primo cittadino la soluzione dell’ascensore obliquo. Il progetto definitivo dovrà necessariamente coinvolgere Brescia Mobilità, ma intanto gli «Amici» hanno dato l’input, anticipando all’amministrazione di palazzo Loggia un progetto di massima. La convinzione che ha mosso l’associazione è che la prospettiva di rilancio del Cidneo non possa prescindere dalla realizzazione di un sistema di trasporto in grado di consentire a tutti di salire in tempi brevi, in modo semplice e a basso costo, nell’arco dell’intera giornata e ove occorresse anche fino a tarda sera. Dagli archivi di Brescia trasporti è stato aggiornato radicalmente un progetto della fine anni’ 90: un ascensore inclinato con partenza da fossa Bagni, che è stato sottoposto in un primo incontro informale alla Sovrintendenza. Successivamente il progetto preliminare è stato presentato al sindaco Emilio Del Bono, ed anche Brescia Musei ne è venuto a conoscenza. Sin da questi primi incontri, l’orientamento dell’amministrazione si è rivelato favorevole, tant’è che il progetto - seguito dall’architetto Piero Cadeo, esponente degli Amici del Cidneo - è stato ulteriormente sviluppato e completato con indagini e documentazioni tecniche. Sulla scorta di questi approfondimenti, il nuovo incontro con la Sovrintendenza ha potuto avere un carattere di maggiore ufficialità. In quell’occasione l’ente di via Gezio Calini si riservò - era la primavera del 2018 - di fare dei sopralluoghi e chiese che venisse prodotta una ricognizione puntuale delle proposte succedutesi nel tempo, nonché venissero studiate le modalità per integrare la proposta di risalita meccanizzata con altre elaborazioni di raggiungimento del Castello.

 

DA QUEL MOMENTO il progetto è diventato tema di diversi incontri a vari livelli con il Comune, Brescia Mobilità, Brescia Musei, con quei soggetti cioè senza i quali l’ascensore inclinato non può essere realizzato. I tracciato ipotizzato è quello da Fossa Bagni, come si diceva. Di ascensori inclinati ce ne sono in diverse città italiane e non solo: Cuneo e La Spezia, ad esempio. Quello ipotizzato per Brescia, come si vede nei disegni pubblicati in questa pagina, ha la caratteristica di essere in parte sotterraneo e in parte, nella seconda metà, panoramico. Una decisione della Loggia, uno previsione in bilancio non ci sono ancora, si sta valutando sulla base della proposta dell’associazione. Ma i prossimi mesi potrebbero vedere qualche azione concreta in direzione della realizzazione dell’ascensore inclinato che in un ottica di sostenibilità darebbe al Castello di Brescia una nuova accessibilità. Pochi minuti per salire e scendere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Eugenio Barboglio
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1