CHIUDI
CHIUDI

26.01.2020

Assalto al bancomat: via 98.000 euro

Lo sportello bancomat preso di mira dai malviventi a Brescia FOTOLIVE
Lo sportello bancomat preso di mira dai malviventi a Brescia FOTOLIVE

Ricoperto di cellophane. Così appariva ieri lo sportello bancomat esterno al supermercato Conad di via San Bartolomeo. Nelle ore precedenti, durante la notte, era finito nel mirino di una banda che, ricorrendo all’esplosivo, l’aveva reso inutilizzabile. LO SPORTELLO automatico è quello di Ubi Banca e oltre a essere inutilizzabile era stato anche ripulito dai ladri entrati in azione che hanno fatto centro: razziati 98.000 euro. Un colpo andato a segno, quindi, a differenza di quello tentato, ma non riuscito a Quinzano, poco meno di un’ora prima (ne riferiamo nel servizio a fianco). Le indagini, in entrambi i casi sono affidate ai carabinieri. Quelli della compagnia di Brescia si stanno occupando del furto avvenuto in via San Bartolomeo. La banda di malviventi sicuramente sapeva come e quando agire. Secondo una prima ricostruzione sarebbe riuscita a d entrare passando da una porta del supermercato Conad. Poi hanno piazzato l’esplosivo, quindi la razzia del denaro e la fuga. Nella zona ci sono anche telecamere e queste potrebbero essere d’aiuto agli investigatori in quelle, che come sempre in questi casi, non sono indagini semplici. Ci sono stati anche casi in cui i responsabili degli assalti notturni sono stati arrestati dalle forze dell’ordine. Ma, dati alla mano, la maggior parte dei colpi ai bancomat è ancora al centro di indagini e arrivare ai responsabili non sarà semplice. UNO DEGLI ELEMENTI da prendere in considerazione in questi casi è quello delle vie di fuga. E nella zona in cui la banda ha colpito la notte scorsa a Brescia, a poca distanza, non mancano. L’esperienza della banda emergerebbe anche dal fatto che la «marmotta» è stata collocata sul retro dello sportello e quindi non dovrebbe aver danneggiato il denaro. Un colpo, quindi, quello messo a segno in città, che potrebbe anche essere stato messo a segno dagli stessi malviventi entrati in azione a Quinzano d’Oglio. Un furto, in ogni caso, messo a segno, nel fine settimana, come del resto è capitato nella quasi totalità delle altre occasioni, da anni a questa parte. Si tratta dei giorni della settimana in cui gli sportelli sono maggiormente riforniti di contanti e questo aspetto è ovviamente tenuto in particolare considerazione dai malviventi. Non è inoltre la prima volta che i colpi agli sportelli bancomat si verificano, nella stessa notte, sia in città che in provincia, magari ad opera della stessa banda di malviventi. I Carabinieri sono al lavoro quindi, per fare piena luce su un fenomeno che purtroppo, rimane ancora piuttosto diffuso. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Pari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1