CHIUDI
CHIUDI

27.01.2020

Auto con 4
giovani si ribalta,
uno è grave

La vettura si è schiantata contro alcuni  pali e un’inferriata
La vettura si è schiantata contro alcuni pali e un’inferriata

Uno schianto pauroso che avrebbe potuto avere conseguenze più gravi di quelle, comunque causate a chi si trovava in automobile. Nonostante nella disastrosa uscita di strada di ieri alle 5,30, una Peugeot 206 abbia divelto quindici di metri di inferriata, abbattuto un tratto di muretto, il cartello della segnaletica, palo e faro dell’ingresso del ristorante Pio IX lungo la Sp 12, a Erbusco, non si registrano conseguenze irreversibili. Ma dei quattro giovani, residenti nella Bergamasca, che erano in macchina, due sono stati ricoverati in condizioni gravi. L’INCIDENTE, avvenuto quando non era ancora l’alba, sul rettilineo di via Iseo, con l’asfalto umido, ha fatto scattare immediatamente l’allarme. Considerando la descrizione telefonica dello schianto, la centrale del 118 ha inviato due ambulanze, Vigili del Fuoco, eliambulanza e la pattuglia della stradale di Montichiari essendo impegnata altrove quella di Iseo. I due passeggeri dei sedili posteriori, due fidanzati, sono stati curati al Pronto soccorso del Mellini di Chiari, - la ragazza 17enne è già stata dimessa -. Più grave la situazione del cittadino marocchino al volante, ricoverato al Civile di Brescia, incastrato tra lamiere e sedile e del passeggero al fianco, che sono stati estratti da Vigili del fuoco tagliando la carrozzeria. Il passeggero, al momento non identificato, è stato intubato dall’ équipe dell’eliambulanza sul piazzale di ingresso del Pio IX, prima di essere trasportato all’ospedale di Legnano, dov’è ricoverato in codice rosso. Sul posto la pattuglia della Stradale ha proceduto ai rilievi garantendo la sicurezza dei soccorritori, l’auto è stata recuperata dall’Aci Danesi di Erbusco. In serata il conducente sarebbe migliorato. IL TITOLARE del ristorante Pio IX ha raccontato: «Oggi avevamo molto lavoro. Il nostro magazziniere e il personale erano impegnati quando sono stati richiamati dal botto e dalle sirene: sono usciti per vedere cosa fosse successo. Mi hanno raccontato di avere visto un ragazzo e una ragazza, in piedi, che sono stati portati via da un’ambulanza, mentre degli altri due, recuperati quando i pompieri hanno tagliato la carrozzeria, uno è stato caricato sull’altra ambulanza l’altro è stato intubato dall’équipe dell’elicottero che è partito subito dopo. Mi sembra incredibile che un’utilitaria abbia potuto fare questo disastro. Nella zona ci sono molti locali: di solito si chiude alle 4, ma visto gli incidenti piuttosto frequenti forse sarebbe il caso di anticipare l’orario di chiusura». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giancarlo Chiari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1