CHIUDI
CHIUDI

30.10.2020 Tags: Brescia

Bar d’Italia,
il Gambero Rosso
premia le eccellenze bresciane

Nel difficile anno pandemico Brescia si conferma sul podio della nuovissima guida «Bar d’Italia 2021 del Gambero Rosso», ormai tradizionale pubblicazione che anche in questo difficile autunno torna per segnalare i migliori indirizzi d’Italia. A partire da quelli bresciani: Bedussi a Brescia, Sirani a Bagnolo, Pasticceria Roberto a Erbusco continuano a dominare la graduatoria provinciale dei locali d’eccellenza. Presentata ufficialmente ieri con conferenza in streaming, la 21esima edizione del volume è stata la più difficile da realizzare ma forse la più significativa in assoluto, per il modo in cui riesce a raccontare la resistenza di un comparto nonostante le durissime sfide imposte dal Covid-19. «Le pesantissime difficoltà economiche – scrive la redazione – non hanno frenato ristrutturazioni, ampliamenti, potenziamento degli e-shop, lancio di innovativi servizi di asporto e delivery, anche nuove e coraggiose aperture: a dimostrazione di quell’insopprimibile genio italico che nella difficoltà cerca sempre di intravedere un’opportunità per reinventarsi». Ora arrivano altre difficili sfide con le nuove restrizioni: ma i bar italiani continuano a dar prova di intraprendenza proponendosi come oasi di pace e di sollievo. SUCCEDE anche a Brescia, dove il Gambero sostanzialmente conferma un po’ tutta la «batteria» di insegne predilette dello scorso anno rimarcandone gli sforzi per mantenersi sempre all’altezza delle aspettative. Il format vincente, come confermato dalla già citata triade capolista, rimane quello del moderno bistrot multifunzionale capace di accompagnare il cliente dalla colazione alla tavola per il pranzo o la cena con proposte di altissimo livello: dalle pizze gourmet di Sirani a quelle di Bedussi fino alla cucina creativa proposta a mezzogiorno Da Roberto di Erbusco, dove ai dolci superlativi del patron Giovanni Cavalleri si affiancano i piatti dello chef Matteo Cocchetti, allievo di Gualtiero Marchesi e Philippe Leveillè. Brescia contribuisce quindi con ben tre indirizzi al primato della Lombardia, prima regione con dieci locali premiati: un gradino più sotto, Tre Tazzine e Due Chicchi, la Pasticceria Veneto di sua maestà Iginio Massari, il raffinatissimo Lanzani Bottega & Bistrot, Di Novo a Manerba, Fratelli Zucchi a Mazzano, il Salamensa di Montichiari, mentre invertendo i poli (2 Tazzine e 3 Chicchi) troviamo in solidario il Dulciarius di Lograto. Tante le conferme, ma anche una new entry a quota 2-2 con Bohem di Paratico. Altro primato bresciano nella lista dei migliori cocktail bar d’albergo: per la Lombardia quest’anno il premio va alla magnifica Gin Lounge del Grand Hotel Fasano di Gardone Riviera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1