CHIUDI
CHIUDI

29.03.2020

Boccia all'Albania
«Grati e commossi
Io ero a Bari nel '91»

«Gratitudine e commozione: grazie per questo gesto di fratellanza» ha detto il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia che ha espresso un «doppio grazie da parte del governo, perché abbiamo molto apprezzato il gesto del presidente Rama». Le frasi sono state pronunciate all’arrivo
di 30 medici albanesi a Verona per contrastare l’emergenza Coronavirus in primo luogo a Brescia e a Bergamo, città profondamente ferite. «Io ero uno di quelli che l’8 agosto del 1991 era a Bari (quando ci fu lo sbarco di circa 20mila albanesi dalla nave Vlora, ndr), perché sono nato e cresciuto lì, e so cosa rappresenti per il vostro Paese il legame con noi. Siete un Paese che ha l’Italia sulla pelle. Noi pugliesi diciamo che siete la ventunesimaregione italiana, spero vi faccia piacere, nel rispetto della
Repubblica albanese che a noi è molto cara».
«Grazie ancora - conclude il ministro - e ogni volta in cui ci sarà bisogno, l’Italia ci sarà. Grazie. E grazie anche al presidente Fontana e alla regione Lombardia per essere qui».

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1