CHIUDI
CHIUDI

29.11.2020 Tags: Brescia

«Bocciatura del D’Annunzio? Il giudizio può essere ribaltato»

L’ingresso dell’aeroporto D’Annunzio di Montichiari sul cui rilancio si discute da diversi  anni
L’ingresso dell’aeroporto D’Annunzio di Montichiari sul cui rilancio si discute da diversi anni

«Il parere negativo espresso dalla Regione sul progetto di sviluppo dell’aeroporto di Montichiari è legato ad aspetti squisitamente tecnici che possono essere rimossi». L’assessore lombardo allo sviluppo economico, il forzista Alessandro Mattinzoli, non considera la bocciatura alla stregua di una pietra tombale a sigillo delle ambizioni del «D’Annunzio»: «Le osservazioni poste hanno per oggetto la sostenibilità ambientale del progetto, e dunque le prescrizioni da adottare per ribaltare il giudizio possono essere assecondate». Non solo: l’esponente di Forza Italia fa sapere che il presidente Fontana è «favorevole ad un significativo rilancio dell’aeroporto», e annuncia che la Regione sarebbe anche «pronta ad intervenire economicamente». Mostra ottimismo anche Claudia Carzeri, consigliere regionale di FI, nonché a Milano presidente della commissione trasporti: «Poco fa ho sentito l’assessore lombardo all’ambiente Raffaele Cattaneo, il quale ci ha dato piena disponibilità a lavorare affinché si possano presentare i documenti necessari a trasformare il parere da negativo a positivo». Da sottolineare che la ragione del diniego pronunciato dalla Regione è conseguenza di «alcune criticità non adeguatamente affrontate e risolte, con particolare riferimento alla componente rumore». Circostanze che evidenziano «condizioni che non consentono di assicurare la compatibilità ambientale degli interventi in progetto». IL PIANO di sviluppo, ricorda Carzeri, «prevede investimenti da 101 milioni di euro, con l’implementazione delle infrastrutture aeroportuali (l’allungamento della pista da 2900 a 3450 metri, nuovi hangar e magazzini cargo) e l’adeguamento della strada provinciale 37 che conduce al D’Annunzio», da realizzarsi in tre fasi entro il 2030. Interventi che secondo gli artefici del piano porterebbero l’aeroscalo a movimentare ogni anno 429 mila tonnellate di merci e 895 mila passeggeri. Secondo il presidente del dipartimento provinciale per la comunicazione Vigilio Bettinsoli «quanto accaduto è recuperabile». L’ex presidente dell’aeroporto di Montichiari ritiene ormai assodata la vocazione cargo del D’Annunzio e segnala come ciò posa costituire «un volano importantissimo in termini di occupazione». Ciò premesso, aggiunge: «Specializzarsi nelle merci permette di realizzare una solida stabilità economica e non significa precludersi un futuro legato al trasporto passeggeri». Unanimi nel ritenere che Forza Italia debba avere nella partita un ruolo di «silenzioso facilitatore» i consiglieri comunali del capoluogo Paola Vilardi e Paolo Fontana, il consigliere in Broletto Gianluigi Raineri e il vice coordinatore provinciale Luigi Gaggia. •

Mauro Zappa
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1