CHIUDI
CHIUDI

21.04.2019

Brescia Pride, focus su autonomia e disabilità

L’intervento dell’assessore Fenaroli ad un incontro del Brescia Pride
L’intervento dell’assessore Fenaroli ad un incontro del Brescia Pride

Il Comitato BresciaPride si attiva nel sociale e dà la sveglia alla città per un impegno concreto. Il corteo del 15 giugno si annuncia come momento conclusivo di un percorso che in queste settimane si sta dimostrando attento ai problemi sociali delle persone con fragilità, partendo dall’idea che i diritti e i servizi, devono essere per tutti, dagli anziani ai giovani senza casa, dai disabili ai migranti. Per questo da marzo è partito lo sportello di Counseling gratuito, rivolto alle persone Lgbt, ai loro familiari e amici che hanno bisogno di un supporto per affrontare la diversità. A QUESTO servizio permanente si aggiungono gli appuntamenti: il prossimo sarà venerdì 26 aprile alle 20 al teatro San Carlino di Corso Matteotti in città, quando il Comitato ha promosso un incontro su «Progetti di vita per persone con disabilità»; una riflessioni su autodeterminazione, autonomia e la legge 112 del 2016, conosciuta come quella del «Dopo di Noi». Tutti sono invitati ma particolarmente gradita sarà la presenza di rappresentanti della rete dei servizi sociali, dalle cooperative alle istituzioni perché, spiegano gli organizzatori, «il tema coinvolge tutti: è un dovere etico e morale; l’obiettivo è duplice: de-costruire gli stereotipi cui sono sottoposte le persone disabili e sottolineare l’importanza del diritto a perseguire la propria autonomia e autodeterminazion». Ospiti la deputata Elena Carnevali della XII Commissione parlamentare affari sociali, Olivia Osio responsabile della progettazione finanziata della cooperativa sociale L’Impronta, Laura Micheletti di Somebody teatro delle diversità ed il Body artist Nicola Fornoni. L’importanza dell’iniziativa è stata colta dalla Provincia, che ha dato il suo patrocinio, così come avvenuto per altri incontri precedenti. Anche il Comune in qualche modo ha capito la valenza di queste occasioni, come dimostra la presenza e la presa di parola in entrambi i due appuntamenti passati da parte di assessori. L’istituzione, però, non ha ancora concesso il patrocinio, che ha sì un valore simbolico ma anche pratico, poiché permette l’accesso gratuito in alcune sale. E i costi non sono un dettaglio per realtà senza sponsor come il BresciaPride: per questo è in corso una campagna di raccolta fondi, sia tramite sito (www.bresciapride.it) sia tramite la vendita di biglietti della lotteria e gadget, sia grazie ad aperitivi, feste e momenti ludici che sono segnalati sulla pagina facebook. Il prossimo sabato 27, con una cena alla cascina Maggia. •

IR.PAN.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1