CHIUDI
CHIUDI

24.11.2020 Tags: Brescia

Brescia sempre più «Futura» Il nuovo valore è la sostenibilità

I promotori di «Futura Digital Time» alla presentazione che si è tenuta alla Camera di commercio
I promotori di «Futura Digital Time» alla presentazione che si è tenuta alla Camera di commercio

Brescia guarda al futuro, nonostante il Covid. «Futura. Economia per l’ambiente» è in cantiere da tempo, da ben prima che il maledetto virus si abbattesse sull’umanità, e aprirà le sue porte a Brescia solo fra un anno esatto. Per arrivarci preparati, però, Camera di commercio e la sua azienda speciale Pro Brixia, insieme con Fondazione Una, Coldiretti e Confindustria, hanno organizzato una tre giorni di incontri «come tappa di avvicinamento a Futura. La sostenibilità è il principale driver di competitività per le imprese del futuro» ha detto Roberto Saccone, presidente della Cdc. «Non è più soltanto un concetto etico, sta diventando un valore economico in grado di caratterizzare i futuri modelli d’impresa. Per questo nasce Futura Digital Time» ha concluso Saccone. «Futura Digital Time» è in programma dal 27 al 29 novembre ed è un evento online composto da una fitta agenda di appuntamenti con relatori provenienti da diversi settori, non solo dal mondo imprenditoriale. Per parteciparvi è necessario registrarsi gratuitamente sul sito Futura-brescia.it e ricevere il link di accesso ai vari tavoli. I TEMI al centro del dibattito saranno legati al ruolo della bioenergy per il cambiamento climatico, la transizione energetica, i nuovi scenari per la manifattura sostenibile, il futuro del Green Transport e le possibilità dell’agricoltura sostenibile in rapporto all’innovazione, al benessere delle persone e alla biodiversità. «Abbiamo pochissimo tempo per raggiungere gli obiettivi posti dalle Nazioni Unite su questo tema» ricorda Maurizio Tira, rettore dell’Università degli Studi di Brescia, anch’essa coinvolta nel progetto, «per questo è utile avere a Brescia un ambiente di dialogo ma anche vetrina di ciò che è possibile fare. Anche per dare un’indicazione ai nostri ragazzi che un futuro sostenibile è possibile». Ogni sessione sarà aperta da una panoramica sugli obiettivi europei e sulle opportunità offerte dai nuovi programmi Ue, in uscita nel 2021, da parte dei funzionari della Commissione Europea competenti per materia. «Abbiamo coinvolto gli speaker dell’Unione Europea perché ci parlino dei bandi per accedere ai finanziamenti che stanno scrivendo» ha spiegato Ludovico Monforte di Unioncamere Lombardia, «ma ci metteremo a disposizione degli imprenditori lombardi per tutto l’anno per intercettare insieme, e gratuitamente, le opportunità di finanziamento Ue sulla sostenibilità». L’appello alle imprese bresciane a partecipare arriva anche da Angelo Baronchelli, vicepresidente di Confindustria: «Il sistema produttivo non può subire le conseguenze del mondo che cambia: bisogna coglierle come opportunità. La sostenibilità da tempo sta orientando le nostre aziende che vogliono crescere, questo è l’appuntamento giusto». ANCHE IL MONDO venatorio e quello agricolo saranno solidamente presenti alla tre giorni di appuntamenti: «Abbiamo una visione che non deve guardare solo a Brescia ma all’Unione Europea: con orgoglio partecipiamo ai progetti di sviluppo sostenibile per fare ciascuno la propria parte» hanno detto Maurizio Zipponi, presidente di Fondazione Una, e Silvano Brescianini, vicepresidente di Coldiretti. L’appuntamento clou sarà quello di domenica 29 alle 10 organizzato da Coldiretti con la partecipazione di Ettore Prandini, presidente Coldiretti, Silvano Bresciani e Massimo Albano, vicepresidente e direttore Coldiretti, Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, Walter Giacomelli, presidente di Gardalatte e il meteorologo Andrea Giuliacci: «Il clima sta veramente cambiando, ora lo sappiamo con certezza. L’acqua sta diventando sempre meno disponibile. È necessario sedersi intorno ad un tavolo e governare il cambiamento per trovare insieme soluzioni». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvana Salvadori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1