CHIUDI
CHIUDI

12.11.2019

Calvino e Divisione Acqui sicure contro gli incendi

La nuova scala realizzata alla scuola primaria «Divisione Acqui»
La nuova scala realizzata alla scuola primaria «Divisione Acqui»

Due nuove scale antincendio per la «Calvino» e la «Divisione Acqui» hanno regalato alle scuole i sospirati certificati di prevenzione incendi. I lavori sono stati completati durante l’estate alla secondaria di primo grado «Calvino» in via Parenzo (una nuova scala in cemento armato sul lato ovest, un nuovo portale con il maniglione antipanico e una nuova via di fuga) e alla primaria «Divisione Acqui» in via Passo Gavia (sostituita la scala di sicurezza in calcestruzzo armato all’interno del giardino a ovest che risultava inagibile). Il costo di questo secondo lavoro è stato di 29.500 euro, mentre per la Calvino il prezzo finale è arrivato a 38mila euro. BUONA PARTE del finanziamento necessario (50mila euro) è stato coperto attraverso la partecipazione di un bando al Miur, specifico per l’adeguamento dell’edilizia scolastica alla normativa antincendio, il resto è stato pagato dal Comune di Brescia. «Ci sono ancora piccoli lavori di manutenzione da fare – ha sottolineato la dirigente scolastica della Divisione Acqui Mariarosia Marinaro – ma questo intervento era prioritario e finalmente è stato completato rendendo la scuola totalmente a norma per la prevenzione degli incendi». Gli assessori Capra e Muchetti, insieme con il sindaco Emilio Del Bono, ieri hanno inaugurato la nuova scala dell’istituto di via Passo Gavia ricordando che «le scuole sono una delle nostre priorità, perché devono essere sempre in ottima salute per poter ospitare i nostri ragazzi» ha sottolineato Valter Muchetti che ha la delega per l’Edilizia scolastica. Anche Fabio Capra, assessore alla Scuola, ha ricordato come sia un impegno costante dell’amministrazione «cercare di dare il meglio a questi ragazzi che qui impareranno a costruire il loro futuro». Il sindaco Del Bono ha conversato con i bambini spiegando la natura degli interventi sulle strutture scolastiche: «Come Comune abbiamo il compito di abbattere le barriere architettoniche, migliorare il più possibile l’efficienza energetica e lavorare per la prevenzione antincendio. Le scuole sono importanti per noi, ma ne abbiamo 137 in città di cui prenderci cura, quindi cerchiamo di intervenire un po’ alla volta». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvana Salvadori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1