CHIUDI
CHIUDI

28.11.2020 Tags: Brescia

Cambiano gli orari del drive through

L’ingresso dell’area dove si effettuano i tamponi drive through
L’ingresso dell’area dove si effettuano i tamponi drive through

Con l’allentamento della pressione sugli ospedali di Chiari e Iseo, l’Asst Franciacorta, tenendo conto anche della diminuzione dei veicoli al drive through, ha ridotto l’impiego di personale per i tamponi. La contestuale riduzione della frequenza scolastica ha permesso alla direzione strategica di riorganizzare il servizio per recuperare ulteriore personale da destinare ai due presìdi. In accordo con Ats Brescia, l’Azienda sanitaria ha quindi modificato gli orari di accesso ai drive through di Chiari, in via Vecchia per Castelcovati, e di Iseo in via Rovato 28, vicino al Sassabanek. Da lunedì 30 novembre le postazioni saranno aperte tutti i giorni: dalle 8 alle 9 per personale scolastico e studenti, dalle 9 alle 14 per tutti gli utenti che abbiano la prenotazione di medici di base, pediatri o Ats. LA SOLA postazione di Chiari, inoltre, sarà attiva con gli stessi orari ogni domenica e nelle festività dell’8, 26 dicembre e 6 gennaio 2021. Gli accessi senza appuntamento e senza prenotazione sono riservati a personale scolastico e studenti, che potranno presentarsi in caso di sintomatologia sospetta su indicazione del medico di famiglia, del pediatra, o della stessa Ats. Per questi bisognerà presentarsi con autocertificazione compilata, tessera sanitaria, fotocopia di carta d’identità. INTANTO all’ospedale Mellino Mellini si stanno riducendo i pazienti Covid, anche se da metà novembre sono sempre occupati i 10 posti letto di rianimazione intensiva. Dopo il picco di 100 ricoverati, (di cui 10 in terapia intensiva) raggiunto il 23 novembre, il numero dei pazienti si è gradualmente ridotto, con nuovi ricoveri inferiori alle dimissioni: giovedì, con 14 dimessi, i degenti erano 93 (di cui 10 in terapia intensiva) venerdì 82 (10 in terapia intensiva) scesi a 72 in serata. «L’obiettivo - ha dichiarato il direttore generale dell’Asst Franciacorta Mauro Borelli - è riaprire al più presto l’ospedale ai pazienti con altre patologie, altrettanto importanti. Con l’attuale riduzione abbiamo recuperato sedici posti in medicina e, se il deflusso prosegue, dovremmo riuscire a riconvertire altri reparti, evitando di creare ritardi alle terapie per patologie diverse dal Covid, ma non meno gravi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giancarlo Chiari
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1