CHIUDI
CHIUDI

13.07.2020 Tags: Brescia

«Carissimi nonni
il vostro ricordo
sarà sempre con noi»

Orfani dei nonni. Brescia ha finito le lacrime da tempo: il Coronavirus ha falciato un’intera generazione di anziani lasciando tante famiglie nella disperazione. Famiglie che non hanno potuto stare vicino ai propri cari negli ospedali durante i giorni della sofferenza, che non hanno potuto stringere loro la mano per l’ultima volta, che non li hanno salutati come avrebbero voluto. E alle quali però adesso resta la memoria, il ricordo dei momenti felici vissuti insieme, la gioia di avere condiviso una parte del cammino: tutte emozioni che nei nipoti si fanno più chiare, più limpide, più pure. I NONNI sono davvero dei «miti»: hanno fatto la guerra, dalla loro parte hanno l’esperienza, e soprattutto con loro non si deve combattere come contro i genitori. Sono un rifugio sicuro, e negli anni della giovinezza esempi da seguire, rocce sulle quali appoggiarsi, insomma persone che sanno volere bene e alle quali è impossibile non volere bene. Come sono stati dolorosi dunque questi distacchi, e Bresciaoggi ha voluto raccontare alcune storie di chi ha perso queste persone, con un messaggio da parte dei loro nipoti: «Cari nonni, ci mancate tantissimo e la tristezza adesso è ancora enorme. Ma sappiamo che da lassù ci guiderete, e sarete per sempre un esempio da seguire. E noi non vi dimenticheremo mai». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Mattei
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1