CHIUDI
CHIUDI

21.05.2019

Con «H2O» viaggio in moto alla scoperta dell’Islanda

La cascata di Seljalandsfoss
La cascata di Seljalandsfoss

Uno dei viaggi di «H2OPlanet», straordinario itinerario lungo le coste terrestri di 7Milamiglialontano, sarà in moto. Le due ruote avranno un ruolo primario nel tratto che si svolgerà in Islanda a luglio, quando i motociclisti percorreranno l’intero periplo della nazione in due settimane, una sorta di prova generale dell'avventura ben più complessa del prossimo anno in Africa. I tre piloti, nessuno professionista, sono tutti bresciani: Giacomo Tognoli e Claudio Poli di Brescia, Giuseppe Prandelli di Lumezzane. Tra i supporter che il patron Giuliano Radici sta raccogliendo si è aggiunta anche Givi, storica azienda bresciana di accessori che fornirà l'equipaggiamento, studiato ad hoc, consultando anche guide locali. Per rimanere aggiornati sulle avventure dei tre bresciani si potrà visitare il portale Giviexplorer.com, contenitore delle brand experience degli utenti Givi nel mondo, mentre Kappamoto utilizzerà le fotografie per la creazione di un nuovo numero del Kappa Journal. L'INIZIATIVA H2OPlanet consiste in 7 viaggi che si svolgeranno in 7 anni partendo dall’Europa, per poi proseguire in Africa, Oceania, America del Nord, America del Sud, Russia e Asia. All'opera fotografi, videomaker, scrittori, professionisti e appassionati, complessivamente 75 persone, che mapperanno quasi tutte le coste del Pianeta divulgando il messaggio di una necessaria rivoluzione culturale nel modo di vivere l'ambiente. Il primo equipaggio a partire è stato quello dei podisti in marzo. Ad aprile è toccato alle 4x4 Subaru Outback che percorreranno in 7 mesi il perimetro dell'Europa continentale con un excursus nella parte europea della Russia seguendo il Don e il Volga, e poi in Turchia. Lungo tutto il tragitto il biologo Dario Nardi, da anni impegnato nella lotta contro l’inquinamento da plastica con la realizzazione del progetto Ocean Traceless, realizzerà un reportage. Sempre in luglio, parallelamente alle moto, un team di due persone capitanato dalla veterana Anna Mazzacani, nota per le sue avventure in solitaria, viaggerà lungo il fiume Po su una bici che si muove sull’acqua. In estate salperanno i marinai con una barca a remi costruita con materiali di riciclo alla volta delle coste dei principali laghi bresciani. A settembre e ottobre un nutrito gruppo di ciclisti toccherà invece le coste delle più grandi isole del Mediterraneo: Corsica, Sardegna e Sicilia. •

Michela Bono
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1