CHIUDI
CHIUDI

04.08.2020 Tags: Brescia

Dalle luci agli scarichi: progetti unici e hi-tech

Il ponte colorato di tricolore
Il ponte colorato di tricolore

Dalle montagne della Vallecamonica al mare di Genova per indicare la strada agli automobilisti: la Sias di Darfo Boario ha curato tutta la segnaletica, dai cartelli ai colori sulle carreggiate, progettando la segnaletica che condurrà gli automobilisti lungo il ponte. Una fatica che per quattro giorni ha visto posizionare tutta la segnaletica in materiale plastico lungo il tratto viario. Non solo la segnaletica. Parla bresciano anche l’impianto idraulico tecnologico disegnato per reggere anche al maltempo più insistente. A lavorare per realizzare l’impianto idraulico di raccolta delle acque piovane e liquidi derivanti da sversamenti anomali è stata la Panizza 1914 di Berlingo. «La struttura realizzata lungo il nuovo ponte è formata da tubazioni speciali in vetroresina che generalmente si usano per opere sottomarine - ha sottolineato il direttore tecnico Mario Panizza -. Si tratta quindi di un prodotto molto resistente alla corrosione, flessibile e in grado di favorire la scorrevolezza all’acqua. Una sicurezza in più per l’intera opera». Di più. Il sistema studiato dalla ditta bresciana consentirà di scartare liquidi anomali e inquinanti incanalandoli direttamente in un’apposita vasca e non nei quattro collettori per l’acqua piovana ricavati lungo l’asse stradale. MA IL PONTE senza luci non avrebbe modo di garantire la sicurezza. Per questo la Palazzoli ha illuminato le corsie con la tecnologia «led multichip». Gli speciali impianti di illuminazione sono il frutto della ricerca e sviluppo della società bresciana. «Le loro caratteristiche costruttive tecniche e di materiale con un involucro inossidabile le rendono resistenti alla corrosione e agli agenti atmosferici, anche i più violenti - hanno ribadito all’azienda -. La struttura inoltre è indeformabile mentre il diffusore è realizzato in vetro temperato. La tecnologia Led multichip della serie permette inoltre un’elevata efficienza luminosa fino a 150 lm/W e ridotti consumi energetici». Come dire che la tecnologia si è messa al servizio della sicurezza. © RIPRODUZIONE RISERVATA

GIU.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1