CHIUDI
CHIUDI

28.05.2020 Tags: Brescia

«Ecatombe a Orzinuovi Un’indagine chiarisca»

La piazza di Orzinuovi
La piazza di Orzinuovi

«Si chieda con forza agli enti preposti (Asst, Ats, Regione) di studiare le ragioni per cui il virus si è diffuso in modo particolare nel nostro territorio». L'ex sindaco di Orzinuovi Andrea Ratti sollecita il suo successore Gianpietro Maffoni ad incalzare gli organi che presiedono la sanità lombarda affinché identifichino le cause dell'ecatombe determinata dal coronavirus. «Non per fare processi a posteriori, ma per capire possibilmente cosa sia successo ed evitare che si ripeta» precisa Ratti. L'ex sindaco ed i componenti del suo gruppo, tutti ex assessori, forniscono ai successori una serie di proposte, «nello spirito di collaborazione e attenzione ai bisogni della comunità», allo scopo di favorire la fase di «ripartenza». «Orzinuovi è stato il paese più colpito in termini percentuali della provincia – calcola Ratti -. Sarebbe utile capire quali sono state le ragioni». L'INDAGINE dovrà essere accompagnata dal ripristino di una rete assistenziale della quale Orzinuovi sia il baricentro. «L’emergenza sanitaria ci ha fatto constatare di godere nel territorio bresciano di eccellenze ospedaliere, ma nel contempo abbiamo purtroppo misurato le conseguenze delle scelte politiche sanitarie regionali degli ultimi vent’anni, ossia la riduzione dei servizi e presidi territoriali – osservano gli ex amministratori -. Chiediamo che il Comune si faccia parte attiva affinché la nostra comunità possa tornare a disporre di servizi territoriali di assistenza adeguati, facendo perno sull’ospedale orceano, ma anche sulla rete dei medici di base, che hanno affrontato questa “guerra” in quasi solitudine, con ridotti presidi». La sollecitazione della Civica è approdata in consiglio comunale, dove il sindaco Gianpietro Maffoni ha presentato la lettera con la quale il direttore generale dell'Asst Franciacorta Mauro Borelli conferma che l'azienda «ha programmato di realizzare i lavori di “Adeguamento strutturale e impiantistico del P.O.T. di Orzinuovi» ed ha ottenuto l’approvazione della Regione Lombardia». Giovedì 21 il progetto ha ottenuto la approvazione ed entro dieci giorni sarà aperto il cantiere. © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.CAF.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1