CHIUDI
CHIUDI

28.09.2009

I centodieci anni del dormitorio De Paoli


 La messa di ieri celebrata da don Federico Pellegrini
La messa di ieri celebrata da don Federico Pellegrini

Da un opuscolo dell'epoca si legge: «per provvedere ai bisogni della notte, sempre cattiva consigliera, per dare al tapino, al malato, a chi in cerca di lavoro volge il passo errante, un tetto amico ed un buon letto oltre ad una assistenza morale».
Il dormitorio S. Vincenzo De Paoli di contrada Sant' Urbano aprì la vigilia di Natale del 1899 per quattro poveri e oggi festeggia il suo 110° compleanno.
Istituito dal circolo della gioventù cattolica «S. Faustino e Giovita» e dai confratelli della società San Vincenzo De Paoli di Brescia, è stato successivamente ampliato e ristrutturato negli anni per accogliere emarginati e famiglie in difficoltà. Ieri, ospiti e volontari dell'Associazione Dormitorio, costituita nel 1994 per la gestione della struttura, si sono ritrovati per celebrare la ricorrenza. Un momento di convivialità e di unione con gli assistiti preceduto dalla messa, animata dai postulanti di San Francesco e celebrata da Don Federico Pellegrini che nella sua omelia ha precisato la differenza fra assistenza e carità, sottolineando che è a quest'ultima che il cristiano deve tendere. Nel corso della cena, ospitata nei locali dell'oratorio San Zanino, ai volontari che collaborano alla gestione del dormitorio da più di 10 anni è stato tributato un riconoscimento per la loro dedizione nell'offrire aiuto concreto ai bisognosi e ai senza tetto. «Attualmente abbiamo una disponibilità di 43 posti letto nel dormitorio maschile e di 13 nella casa di accoglienza femminile Casa Ozanam, nella quale trovano spazio anche 3 mini appartamenti per mamme con figli» ha spiegato Claudia Gorno, presidente dei dormitori della San Vincenzo.
La serata si è conclusa con la recita del monologo teatrale «L'eremita sul marciapiede» di Marco Moreschi. Ma le celebrazioni proseguiranno con gli appuntamenti di venerdì 2 ottobre quando si terrà la messa celebrata dal vescovo di Brescia. Luciano Monari, alla chiesa Buon Pastore e, a seguire, la proiezione del video «110 anni di storia, di servizio e di carità».
Sabato 3 e domenica 4 ottobre insieme agli ospiti del dormitorio la festa continuerà dalle 19 con grigliata, tombolata e lo spettacolo «I magnifici 39 e Casa Ozanam». PEB.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1