CHIUDI
CHIUDI

28.09.2020 Tags: Brescia

I commessi dell’anno: prende il volo una sfida che promette scintille

La nostra iniziativa sarà una vetrina speciale per i negozi brescianiSempre al servizio dei clienti, anche al tempo del Covid: è la marcia in più di tutti i commessi
La nostra iniziativa sarà una vetrina speciale per i negozi brescianiSempre al servizio dei clienti, anche al tempo del Covid: è la marcia in più di tutti i commessi

E quindi, la sfida è partita. Con la pubblicazione del primo tagliando la sfida dei commessi dell’anno è lanciata: si potrà votare fino al 18 dicembre, e questa data i nostri lettori hanno ormai imparato a conoscerla, ma soprattutto si deve cominciare fin da oggi a fare scorte di tagliandi per provare da subito a portare in alto i propri commessi preferiti. Tutta la provincia è coinvolta: nei giorni scorsi, dopo il lancio del contest, sono stati in tanti a farsi sentire, segno di un interesse che è già alto verso la nostra iniziativa. E dunque chissà cosa potrà succedere nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, quando la gara entrerà nel vivo: per scoprirlo, basta partecipare e provare a diventare protagonisti della battaglia.

MA COME SI PUÒ partecipare? È molto semplice e non richiede grandi referenze. O meglio: ne basta una, ed è quella più importante. Ovvero serve essere un commesso di un’attività commerciale o imprenditoriale a Brescia oppure in provincia; poi si compilano in maniera corretta tutti i tagliandi di cui si è in possesso e li si consegna o spedisce alla redazione di Bresciaoggi in via Eritrea 20/A. Quindi, si attende la compilazione delle classifiche che saranno periodicamente pubblicate per capire quale posizione si occupa, e pure l’andamento del contest, visto che anche così si possono studiare le strategie migliori per provare ad inseguire le posizioni di vertice nelle graduatorie. Il nostro quotidiano inoltre non perderà l’occasione per raccontare le storie più belle dei nostri commessi o dei nostri negozi, negozi che hanno fatto la storia in città e provincia e hanno segnato la vita di quartieri, paesi e comunità. Ed è lì che può nascere la magia del nostro contest: intorno ai negozi e ai commessi si possono costruire squadre di raccoglitori di tagliandi che ogni giorno portano fieno in cascina necessario per tenere vivo il fuoco della competizione per più tempo possibile. Magari anche fino al 18 dicembre, per scoprire di essere poi tra i più votati e di poter coltivare l’ambizione di essere davvero eletti come commessi e commesse dell’anno. Si può anche adesso specificare un altro aspetto interessante della sfida: le copie di Bresciaoggi si possono prenotare in edicola. Ovvero: chi desidera avere più giornali, e quindi più tagliandi per sostenere il proprio beniamino, può recarsi dall’edicolante di fiducia e chiedere per il giorno seguente, o per quello che preferisce, copie in più del nostro del nostro giornale. E questo sarà da tenere a mente ancora di più quando saranno pubblicati i tagliandi dal valore potenziato: quelli sì che sono in grado di fare la differenza, di proiettare in alto chi se ne accaparrerà di più. Ma forse parlare di questo è ancora un po’ prematuro (non si preoccupino i nostri lettori: quando arriverà il momento giusto, la pubblicazione dei super tagliandi sarà adeguatamente e tempestivamente pubblicizzata), per adesso è importante cominciare a raccogliere i tagliandi da un punto, che possono costituire le fondamenta sulle quali costruire un solido palazzo, che verrà poi decorato strada facendo. Strada che si annuncia non semplice per chi vuole arrivare in fondo, ma come tutti i commessi e i loro datori di lavoro sanno, nessun importante obiettivo è semplice da raggiungere: ci vogliono pazienza, qualità ed entusiasmo, tutte caratteristiche però che appartengono al Dna dei bresciani che dunque non faranno fatica a muoversi nella maniera migliore. La cosa più importante è scegliere subito il percorso e la compagnia che si vuole a fianco, persone fidate che per tutta la durata del contest siano una vera spalla e un vero aiuto in ogni momento.

E POI CI SARANNO gli avversari, che vanno studiati «a distanza»: anche la tattica e la psicologia possono giocare un ruolo determinante nella sfida. Anche il saper portare i tagliandi al momento giusto (va ricordato che non c’è limite di quantità per la consegna dei tagliandi, e che si possono in qualunque momento consegnare o inviare alla nostra redazione) potrebbe spostare, di poco ma pure di tanto, gli equilibri della sfida. Tutti accorgimenti che in ogni caso si impareranno durante queste settimane che Bresciaoggi passo dopo passo racconterà ai suoi lettori e ai protagonisti della sfida. Oggi è soltanto il primo giorno, ce ne sono altri che ci attendono e siamo soltanto all’inizio. E per adesso può bastare così. •