CHIUDI
CHIUDI

21.09.2018

«I ragazzi di via Milano» nel bunker di via Odorici

L’inaugurazione dell’opera
L’inaugurazione dell’opera

Taglio del nastro ieri, nell’ex bunker di via Odorici, per l’installazione dell’artista Jupiterfab (Fabrizio Bianchini) realizzata con l’aiuto degli alunni delle classi 1A e 1C della scuola media «Romanino», intitolata «I ragazzi di via Milano» e visitabile fino al 14 ottobre. «IL NOSTRO obiettivo era raccontare la storia e l’evoluzione del quartiere di via Milano e abbiamo deciso di farlo attraverso un’installazione audio. A differenza di un’immagine che puoi anche evitare di guardare, il suono ti “costringe” ad un’attenzione maggiore», spiega il giovane artista bresciano durante l’inaugurazione. Le tracce audio verranno riprodotte lungo i due lati del bunker, creando in un primo momento, per chi varca la soglia dell’ex rifugio bellico, una sensazione di smarrimento nel cercare di capire da dove provengano le voci, i rumori e le testimonianze dei ragazzi. «La sensazione di smarrimento è il sentimento che hanno provato i ragazzi venendo qui da noi e che alcuni provano tutt’ora - sottolinea ancora Jupiterfab -. Capire cosa provano i bambini è il primo passo verso l’abbattimento delle barriere e dei pregiudizi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.CAM.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1