CHIUDI
CHIUDI

14.12.2019

Il castello perde un pezzo di mura, colpa delle piante?

Le pietre ammassate ai piedi della zona del crolloIl buco che si è aperto nelle mura nord della rocca cittadina
Le pietre ammassate ai piedi della zona del crolloIl buco che si è aperto nelle mura nord della rocca cittadina

Ieri si è verificato il crollo di una porzione della muratura pericolante del baluardo della Pusterla che è poi caduta alle pendici delle mura, sul terreno del vigneto “Capretti”, senza provocare alcun danno. «I fondi per la messa in sicurezza e per il ripristino sono già stati inseriti nelle previsioni di bilancio 2020, nell’ambito dei lavori di consolidamento delle mura storiche della città» scrive il Comune in una nota. SONO IN corso le operazioni di transennamento delle aree coinvolte, sia sopra le mura sia alla base nel vigneto e l’intervento sarà effettuato «non appena il clima lo permetterà». La Loggia, nei mesi scorsi, aveva eseguito lavori di taglio della massa arborea spontanea (in particolare l’Ailanto, ritenuto molto infestante) e aveva installato reti di contenimento metalliche per circa 400mila euro. L’Ailanto è una pianta di origini asiatiche, che con le radici si insinua tra pietra e pietra e rischia di danneggiare le strutture su cui cresce. Più di una decina di anni fa erano stati avviati lavori di sistemazione sulle mura: ne scrisse Bresciaoggi nel 2013 come di un caso di cantiere eterno, con i detriti frutto abbandonati per anni ai piedi delle mura. Nel frattempo - temeva la proprietaria del vigneto, Maria Capretti - in assenza di una manutenzione ordinaria il problema Ailanto si sarebbe ripresentato. Nei mesi scorsi appunto l’ intervenuto, ma ieri un pezzo delle mura ha ceduto.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1