CHIUDI
CHIUDI

15.07.2019

Il Tibet e il suo spirito conquistano Brescia al suono delle campane

Le «famose» campane tibetane utilizzate per il massaggio sonoroLo specialista Marco Buratti mostra come funziona la paticaTanti i visitatori che hanno curiosato tra le bancarelle
Le «famose» campane tibetane utilizzate per il massaggio sonoroLo specialista Marco Buratti mostra come funziona la paticaTanti i visitatori che hanno curiosato tra le bancarelle

Colori, sorrisi, benessere, cultura e solidarietà. Il Dharmafest, la festa del Tibet e del benessere, ha fatto il pieno di questi elementi e ha chiuso la sua quinta edizione con un bel successo. La Casa Idea Salute di S.Polo, sede della manifestazione organizzata dal presidente dell'Associazione Tibethouse Foundation Giambattista Merigo, ha accolto tantissimi bresciani che da venerdì pomeriggio fino a ieri sera ne hanno popolato il giardino e riempito la sala conferenze. Durante la tre giorni, infatti, sono stati organizzati incontri, esibizioni di campane tibetane, dimostrazioni pratiche con operatori olistici, shiatsu, craniosacrali e di riflessologia plantare, e sono stati allestiti banchetti con manufatti tibetani, indiani e prodotti naturali. GRANDE il successo per il massaggio sonoro con campane tibetane, il più richiesto dai cittadini. Per usufruire del servizio, offerto dallo specialista Marco Buratti, era necessaria la prenotazione, ma solo per una questione logistica: è una pratica che dura di circa 30 minuti, e si deve svolgere con calma in una sala silenziosa. Si tratta infatti di un particolare metodo con il quale le campane tibetane, appoggiate sul corpo del paziente, si fanno suonare dolcemente per entrare in rapporto con le energie dinamiche presenti in natura e stimolare un ri-equilibrio dei ritmi vitali. «Questa è la pratica che ha decisamente attirato più bresciani -afferma Merigo- Al Borgo Whürer abbiamo già un centro dove facciamo attività, e in questo caso l'abbiamo riproposta qui, dove ha suscitato la curiosità di molti partecipanti, che hanno potuto conoscere questo tipo di massaggio e, contemporaneamente, compiere un atto di solidarietà». Perché i fondi raccolti saranno devoluti interamente agli orfani tibetani, accolti in 12 case per bambini disseminati in tutta l'India. «SONO più di duecento le persone passate di qui in questi tre giorni -puntualizza Merigo- la risposta del pubblico c'è stata». Un pubblico che, durante gli otto anni di attività dell'associazione Tibethouse, ha permesso di raccogliere oltre 120mila euro di contributi. Nella giornata di ieri, oltre al mercatino allestito nel boschetto di Casa Idea Salute, si sono svolti incontri dedicati alla magia, al rapporto coi bambini, al sentiero spirituale, al Feng Shui, allo yoga, alle energie e alla medicina olistica. A DISPOSIZIONE dei cittadini, inoltre, diverse sessioni di yoga con il maestro Mauro Jacoviello, con i quattro saluti al sole nelle varie tradizioni e la pratica di Vinyasa (un altro elemento dello yoga). La sera la festa è stata poi conclusa con paella e sangria per tutti (sabato sera si era esibita anche una band rock). La soddisfazione per la riuscita dell'evento è grande, tanto che si comincia già a pensare alla prossima edizione. «Alla fine è andata secondo le previsioni - conclude Merigo- L’ anno prossimo, magari, lo riproporremo a maggio o a giugno, così da intercettare anche i bresciani che in questo periodo, in genere, sono al lago». •

BIA.ME.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1