CHIUDI
CHIUDI

06.08.2020 Tags: Brescia

Intesa-Ubi:
50,2 milioni
cash per i bresciani

Ubi Banca: con il successo dell’Opas è entrata nel gruppo Intesa
Ubi Banca: con il successo dell’Opas è entrata nel gruppo Intesa

Un consistente pacchetto di nuove azioni e un assegno da oltre 50 milioni di euro: l’esito dell’Opas lanciata da Intesa Sanpaolo su Ubi Banca - diventata «efficace ed eseguibile» - prospetta ricadute non indifferenti sui soci del territorio, iniziando da quelli aderenti al Sindacato Azionisti Ubi Banca spa a forte connotazione bresciana. CONSIDERATE le azioni in portafoglio agli aderenti al patto presieduto da Franco Polotti, con una incidenza sul capitale di Ubi, al netto dei recenti assestamenti, quantificata attorno al 7,7%, questo equivale - confermano fonti - a oltre 88 milioni 109.956 azioni: moltiplicate per 1,7 (il corrispettivo unitario in titoli previsto da Ca’ de Sass nell’Offerta iniziale, pagato nella giornata appena trascorsa), il totale supera i 149 milioni 7886.925 azioni, poco meno dello 0,8% - in base ai dati attuali - del capitale sociale di Intesa che, in seguito all’operazione, ammonta a 19 miliardi, 264 milioni, 57.070 titoli (9 miliardi, 997 milioni, 913.905,72 euro). Inoltre, gli oltre 88 milioni di titoli, moltiplicati per 0,57 euro (il corrispettivo unitario in denaro aggiunto successivamente dall’Offerente), determinano per i bresciani un «assegno» totale superiore ai 50,222 milioni di euro. Come specificato da Intesa il pagamento «dell’importo in contanti della parte frazionaria» sarà concretizzato «entro il 19 agosto» prossimo. Ma in provincia potrebbe arrivare anche una parte degli oltre 397,5 milioni di euro che Intesa ha previsto - nell’ambito dell’acquisto delle azioni non conferite - nel caso in cui tutti gli azionisti non coinvolti dall’Opas vendessero i titoli chiedendo il pagamento cash. IN BORSA giornata positiva per i titoli delle due quotate coinvolte nell’operazione: Intesa ha chiuso in aumento del 2,27% a 1,8344 euro, Ubi è cresciuta dell’1,27% a 3,756 euro: ma il titolo dell’ex popolare, in seguito all’Opas di Intesa, è uscito dall’indice Ftse Mib di Piazza Affari dove è tornato quello di Bper. Oggi è previsto il Cda di Ubi Banca che, a seguito delle dimissioni del consigliere delegato Victor Massiah, dovrebbe nominare il suo successore espressione del nuovo azionista di riferimento. Come anticipato dall’amministratore delegato di Intesa, Carlo Messina, l’incarico dovrebbe andare a Gaetano Miccichè (chairman della Divisione Imi Corporate & Investment Banking di Ca’ de Sass). Sarà lui a guidare la fase di integrazione tra i due gruppi. Nel 2021 si completerà la fusione per incorporazione di Ubi in Intesa Sanpaolo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

R.CR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1