CHIUDI
CHIUDI

12.08.2019

Isorella, immenso
dolore per Mario
e Ombretta

Le due vittime dell’incidente di sabato pomeriggio nel Mantovano
Le due vittime dell’incidente di sabato pomeriggio nel Mantovano

Un dolore immenso. La comunità di Isorella è sgomenta dopo la tragedia che ha portato via Mario Francio e la compagna Ombretta Furlani, morti sabato pomeriggio in un terribile incidente stradale nel Mantovano, sulla sp 17 a Redondesco. Un incidente terribile, un frontale che non ha lasciato scampo ai due, e nel quale è rimasto ferito anche il nipote di 10 anni, Gioele. E si aspetta il ritorno di Mario e Ombretta in paese, dove verrà celebrato il funerale, ma che avverrà soltanto dopo che il magistrato avrà dato il nulla osta, visto che è stata disposta l’autopsia, ancora da eseguire.


IERI IN PAESE erano in tanti ad essere ancora scossi, e nelle celebrazioni eucaristiche della domenica il parroco don Mauro Manuini ha ricordato la coppia con un momento di preghiera: «Sono momenti che coinvolgono l'intera comunità - ha affermato don Manuini - e dunque é stato doveroso rivolgere una preghiera per Mario e Ombretta. Lo stesso abbiamo fatto nei confronti dei familiari, che stanno attraversando ore di dolore, e una preghiera ed un pensiero speciale sono state rivolte anche al piccolo Gioele». Come detto, il bambino di 10 anni scampato all'impatto tra i due mezzi lungo, é adesso sotto osservazione nel reparto pediatrico dell'ospedale di Parma; per fortuna non è in pericolo di vita e le sue condizioni sono in miglioramento. Al momento Gioele è monitorato dal personale medico dell’ospedale, il quale sta tenendo sotto controllo le varie contusioni riportare nel corso dell'incidente di sabato pomeriggio. Intanto, dopo aver chiarito con precisione la dinamica dell'incidente, é emerso un altro particolare, un aspetto che riguarda il motivo per il quale Mario Francio e Ombretta Furlani ed il nipotino stavano percorrendo a bordo di un Fiat Doblò la strada provinciale 17 all'altezza di Redondesco, in direzione Gazoldo.


IL 71ENNE artigiano di Isorella, pensionato e occupato a prendersi cura delle api e a costruire alcuni oggetti funzionali al loro allevamento, si stava dirigendo nel mantovano proprio per risolvere alcune questioni riguardanti la sua passione. Il sindaco di Isorella Chiara Pavesi anche ieri ha mantenuto stretti contatti sia con il suo collega di Redondesco che con i familiari, che si sono recati all'ospedale di Parma per essere vicini al piccolo Gioele. L’episodio ha lasciato una profonda ferita nella comunità di Isorella. Dolore e amarezza per la tragedia i sentimenti che si sono percepiti in piazza e nei bar: «Quello che è avvenuto è assurdo. Tutto il paese si stringe alla famiglia Francio colpita da questo duplice lutto», l’abbraccio dei residenti ai familiari di Mario e Ombretta. Ora si aspetta solo di conoscere la data del funerale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valerio Morabito
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1