CHIUDI
CHIUDI

15.12.2019

La Cattolica mette in mostra i suoi «gioielli»

Gloria DottiFederico ArmantiLaura TolettiniOltre mille studenti hanno partecipato all’Open Day per conoscere i corsi e le opportunitàEx studenti che hanno trovato facilmente lavoro hanno dato consigli ai ragazzi delle superiori
Gloria DottiFederico ArmantiLaura TolettiniOltre mille studenti hanno partecipato all’Open Day per conoscere i corsi e le opportunitàEx studenti che hanno trovato facilmente lavoro hanno dato consigli ai ragazzi delle superiori

Scegliere la facoltà, un passo importante. «L’Università Cattolica organizza in tutte le sedi nel Paese iniziative di accompagnamento e di tutoraggio per evitare gli abbandoni che da noi sono ridotti al 6-7 per cento contro la media nazionale del 15. Ci possono essere motivazioni di carattere economico ma anche legati al cambiamento o errori di orientamento e su questo possiamo lavorare come ateneo», spiega Michele Faldi, direttore generale della gestione dell’offerta formativa dell’intero Sacro Cuore. Ieri era a Brescia per l’open day in via Trieste, per la presentazione dei corsi triennali, cui seguirà in primavera quella delle lauree magistrali, oltre ad una ripetizione di questa manifestazione. Le iscrizioni online sono state 650 ma parecchi altri sono arrivati senza prenotazione per prendere il materiale agli stand, per ascoltare l’illustrazione di sei facoltà, Lingue, Scienze politiche e sociali, Scienze matematiche, fisiche e naturali, Scienze della Formazione, Lettere e filosofia con Dams, Psicologia, cui si aggiunge la romana Medicina che ha il corso per Infermieri alla Poliambulanza. In tutto 11 corsi più l’Istituto di Scienze religiose. Nelle triennali non ci saranno novità l’anno prossimo, mentre sono in cantiere idee sulle magistrali che attirano un 25 per cento da altre città, anche non confinanti. La vera sorpresa per gli iscritti sarà la nuova sede a Mompiano che frequenteranno a seconda dell’indirizzo prescelto. I ragazzi del Dams ieri hanno mostrato una breve performance. «Il corso- riferisce la docente Carla Bino- si è ripreso dopo il calo succeduto al boom degli inizi. Dall’anno scorso si è rinnovato, chiamandosi “Disciplina arti, media, spettacolo”, per creare profili multidisciplinari che abbiano una formazione a 360 gradi. Il numero chiuso è di 150, 50 per corso». LE MATRICOLE sono in crescita un po’ ovunque, anche in Matematica e Fisica, come racconta il preside Maurizio Paolini. «Oggi è diventato più complicato per i giovani, e le famiglie che vediamo molto al seguito, districarsi nel panorama sempre più ricco. Un tempo, ad esempio, la nostra facoltà veniva vista solo come canale per l’insegnamento, ora non è più così, i laureandi già vengono cercati dal tessuto produttivo». Una riprova è stata fornita da Gloria Dotti che, da matematica, lavora in Ocs, impresa partner per le tecnologie avanzate in campo finanziario. «Assunta subito a tempo indeterminato» sottolinea. E dal fisico Federico Armanti, dipendente Gefran, che lavora «in mezzo a tanti bravissimi ingegneri, forse però con una maggiore capacità di analisi profonda, non settoriale». Lo stesso è accaduto a Laura Tolettini, laureata in Lingue, subito spedita in Germania da Feralpi. «Ho fatto un master a Lipsia con una tesi sull’Industria 4.0 ma mantengo rapporti con l’università bresciana come fa la mia azienda. Feralpi mi ha dato la possibilità di sperimentare vari ambiti e anche di tornare a Lonato, col mio bambino di due anni, nato Oltralpe». I testimoni sono stati ascoltati con interesse dagli studenti delle superiori. Sofia Bresciani del liceo Fermi di Salò pensa a Lingue o a Brescia o a Milano. Elena e Francesca del Copernico incerte tra Matematica o Ingegneria. Piacerebbero corsi di design a Milano, «ma sono carissimi». Anche la Cattolica ha i suoi costi: si va da un minimo di 2900 euro a un massimo di 8300, a seconda del reddito, del nucleo famigliare, del corso. «Ci sono comunque agevolazioni e Borse di studio; i lavoratori studenti possono raddoppiare la durata degli studi senza raddoppiare le tasse» spiega Paolo Trotti, responsabile dei servizi agli studenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Magda Biglia
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1