CHIUDI
CHIUDI

25.05.2020 Tags: Brescia

La falesia è agibile I climbers ritrovano il paradiso perduto

La falesia  Madonna della Rota sovrasta l’abitato di MaroneGli appassionati di scalate sono tornati ad affollare la «palestra» naturale attrezzata di arrampicataNel fine settimana i   climbers sono tornati in attività nell’entroterra del lago di  Iseo
La falesia Madonna della Rota sovrasta l’abitato di MaroneGli appassionati di scalate sono tornati ad affollare la «palestra» naturale attrezzata di arrampicataNel fine settimana i climbers sono tornati in attività nell’entroterra del lago di Iseo

Il lento ritorno alla normalità si specchia anche nelle attività di nicchia che impreziosiscono l’offerta turistica del Sebino. Nel territorio di Marone è tornata fruibile la falesia attrezzata della Valle dell'Opolo e della Madonna della Rota. Il decreto ministeriale dello scorso 17 maggio infatti, ha dato il via libera per praticare l'attività su roccia, e centinaia di praticanti non aspettavano altro: da diversi anni ormai la zona alle spalle del capoluogo è meta di centinaia di «climbers» da tutto il territorio e dalle provincie vicine. AVVICINAMENTO RIDOTTO, arrampicata di alto livello e panorama mozzafiato: la falesia della Madonna della Rota è una palestra di roccia a cielo aperto con 11 pareti e 150 vie, tutte riqualificate dall'amministrazione comunale nel maggio del 2015. Gli esperti definiscono l'area come uno spazio ideale per gli allenamenti, ma anche per migliorare le proprie attitudini tecniche. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Alessandro Romele
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1