CHIUDI
CHIUDI

16.10.2020 Tags: Brescia

La pandemia
corre. A Brescia
un caso ogni tredici minuti

Gli esperti lo avevano annunciato e da giorni la seconda ondata della pandemia sta squassando il bresciano. Dopo i due morti di ieri, oggi la conta dei positivi aumenta di 107 casi (102 su Ats Brescia e 5 in Vallecamonica), un positivo ogni 13 minuti come non accadeva dal 14 maggio con Brescia che cresce di 21 contagi in un solo giorno. Numeri che accompagnano anche l'aumento degli isolamenti domiciliari saliti a 782 dai 724 di mercoledì. I guariti rallentano fermandosi a 1271 su 15.703 malati. I decessi sono 2740 comprese le 203 croci camune. Nei primi 15 giorni di ottobre Ats Brescia ha contato 638 positivi, 26 in meno rispetto al totale di giugno, una manciata di casi in meno rispetto ai 707 di settembre ma quasi tre volte i 271 positivi totali di luglio. Le proiezioni dicono che a fine mese i dati saranno paralleli a quelli registrati a maggio quando in piena pandemia si erano contati 1416 casi. A confermare l’evoluzione bresciana sono pure gli isolamenti domiciliari pariti a quota 555 il primo ottobre e arrivati ad essere 782 15 giorni dopo. Nelle ultime 24 ore si sono registrati in Lombardia 2067 nuovi contagi, a fronte dei 1844 di mercoledì. Ventisei le vittime, mentre due giorni fa erano state 17. I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 32507 rispetto ai poco più di 29mila di mercoledì. Sono dunque 2.067 i nuovi positivi con 32.507 tamponi effettuati (nuovo record), per una percentuale pari al 6,3%. Dei nuovi casi positivi 123 sono debolmente positivi e 16 a seguito di test sierologico. I guariti-dimessi sono complessivamente 84.624 (+209), di cui 1.629 dimessi e 82.995 guariti. In terapia intensiva si trovano 72 persone (+8) mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 726 (+81). I decessi sono arrivati a 17.037 (+26). Si mantiene stabile il dato dei nuovi contagi da covid a Milano: in tutta la provincia sono stati 1.053, di cui 515 a Milano città. Per quanto riguarda le altre province lombarde a Bergamo si sono contati 71 positivi, a Como 63, Cremona 34, Lecco 51, Lodi 81, Mantova 30, Monza e Brianza 196, Pavia 79, Sondrio 22 e Varese 170. INTANTO IL GOVERNATORE Attilio Fontana ha voluto precisare come in Lombardia «nelle ultime giornate si sono fatti molti più tamponi, la percentuale tra i tamponi e gli infettati è più o meno sempre la stessa dei giorni precedenti, ma è sicuramente comunque in crescita». Escluso, per ora, un nuovo lockdown. «Siamo sulla linea già tracciata la settimana scorsa, cioè quella di evitare gli assembramenti, di indossare sempre la mascherina anche all’aperto e di lavare spesso le mani. Quelle regole minime che possano essere sufficienti», ha spiegato senza giri di parole il Governatore. «Siamo arrivati a un punto – ha aggiunto – in cui non possiamo più permetterci di fare quello che vogliamo e di mantenere quei comportamenti che questa estate purtroppo hanno fatto ritornare la vita ad essere più o meno normale. Non possiamo e non dobbiamo farlo. Stando così le cose, anche se poi non possiamo ipotecare il futuro, faremo di tutto per evitare un lockdown regionale» ha concluso Fontana. Il presidente ha convocato per oggi i sindaci dei capoluoghi di provincia e i capigruppo dei partiti rappresentati in Consiglio regionale per fare il punto. In una nota Fontana ha inoltre annunciato che l’ordinanza in scadenza oggi verrà prorogata sino a lunedì 19 ottobre. Nel testo viene specificato che «l’accesso alle strutture delle unità di offerta residenziali della rete territoriale è vietata, salvo autorizzazione del responsabile medico, e, comunque, previa rilevazione della temperatura». • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

Giuseppe Spatola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1