CHIUDI
CHIUDI

20.03.2019

La primavera del
Parco Gallo adesso
è pronta a sbocciare

Presentati alla Cascina del Parco Gallo gli eventi della  Primavera
Presentati alla Cascina del Parco Gallo gli eventi della Primavera

Il menù primaverile della Cascina Parco Gallo è servito: appuntamenti culturali accompagnati da specialità gastronomiche. E della preparazione si sono occupati l’associazione Cieli Vibranti e la cooperativa Alborea, vincitori del bando promosso da Fondazione Cariplo per la riqualificazione dello spazio comunale. E se due anni fa la cascina nel cuore del parco era vuota, lo sforzo congiunto delle due realtà l’ha trasformata in un locale delizioso, con un’offerta culinaria e artistica di prim’ordine: gli eventi in programma tra aprile e giugno si articolano in cinque rassegne tra note, versi e cabaret. «Un parco di risate» apre la stagione il 4 aprile con il libro «Quarantaquater Gacc Bresà» di Piergiorgio Cinelli; tre incontri successivi ospiteranno altrettanti comici e prestigiatori. «Camera con vista», sulla musica classica, inizierà il 6 aprile con una serata mozartiana e culminerà il 26 maggio con una prima assoluta di Giancarlo Facchinetti. Al mondo è dedicata la terza rassegna, «Pianeta Musica», viaggio tra Romania, tango argentino e tradizione klezmer. I Caffè letterari saranno ispirati a uno scrittore o a un periodo storico: «Caffè Belle Epoque», «Caffè D’annunzio e «Caffè Barocco». L’ultima rassegna, “Opera con Delitto», vedrà un criminologo e un critico musicale dialogare su opere con risvolti cruenti. Coronano il programma tre eventi speciali: la presentazione del libro «Fabrizio De Andrè, artigiano della canzone»; il concerto «Le Risonanze» con musicoterapeuti e musicisti disabili; lo spettacolo «America» tra suoni e racconti. A ogni appuntamento corrisponde un menù a tema: per esempio quiche agli asparagi per «Caffè D’Annunzio» (pare che il Vate apprezzasse tali ingredienti). Fabio Larovere, direttore artistico di Cieli Vibranti, è soddisfatto: «Questo luogo è rinato. Offriamo anche una varietà di corsi, dalle fiabe alla pizzica alla musicoterapia». Il direttore di Alborea Angelo Maiolo illumina le finalità sociali del progetto: «La nostra cooperativa favorisce il reinserimento di detenuti ed ex-detenuti, parte integrante del personale in Cascina». •

Anna Castoldi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1