CHIUDI
CHIUDI

24.04.2013

Lega-Arrighini, la pace ritrovata

Fabio Toffa
Fabio Toffa

Il giorno in cui la Lega Nord perde un pezzo di quella che nel proprio orizzonte politico dovrebbe essere la macroregione del Nord (Serrachiani ha vinto in Friuli), a Brescia recupera, almeno per le elezioni comunali, un pezzo perduto in passato. Una sorta di sua costola, nata in polemica con l'abbandono da parte del Carroccio dell'opzione indipendentista. La bandiera di questa polemica è incarnata da Unione Padana e dal suo leader Giulio Arrighini, consigliere provinciale. Che ora ha scelto di portare il suo spirito critico, mai fatto mancare a certe scelte leghiste, all'interno della Lega stessa, siglando un'alleanza in funzione delle elezioni del 26 e 27 maggio. «Dobbiamo valorizzare più le cose che ci uniscono di quelle che ci dividono» ricorda Nicola Gallizioli, oggi assessore comunale leghista. E le cose che li uniscono, chiarisce il segretario cittadino lumbard Sabbadini si riassumono nello slogan «Prima il Nord». Che a livello comunale, spiega Gallizioli, si declina ad esempio in: «Prima i nostri». E nell'attenzione, comune, per certe partite piuttosto di altre: sicurezza («un lavoro avviato che dobbiamo potenziare»), welfare comunale («appunto, all'insegna di prima i nostri») e no al patto di stabilità («blocca le autonomie locali»). L'ACCORDO dunque porta nelle liste leghiste in via di formazione la presenza di Fabio Toffa. che sintetizza: «Sono un candidato indipendente e indipendentista». «Ma ce ne saranno altri di indipendenti», fa sapere Paolo Sabbadini. Quanto all'indipendentismo «alla catalana», è la cifra dell'Unione Padana, che non lascerà cadere il tema - assicurano Arrighini e Toffa - anzi lo valorizzerà all'interno dell'amministrazione. «Essere indipendentisti non significa essere radicali e lasciare le mediazioni ad altri. Lo si può essere dentro una dialettica», spiega Arrighini. Un indipendentismo che - promette Toffa - passreà anche dall'idea di un referendum sull'indipendenza della Lombardia, analogo a quello proposto per il Veneto. Fabio Toffa, 40 anni impiegato di banca, è stato in passato, dal 2003 al 2008 consigliere di circoscrizione (l'allora sesta) nelle file di Alleanza Nazionale: «Quando si è sciolta ed è confluita nel Pdl non ho aderito». E.B. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1