CHIUDI
CHIUDI

26.05.2019

Lite degenera in aggressione Pugni e sangue in stazione

Su una automobile parcheggiata i segni della violenta aggressione avvenuta in via Togni
Su una automobile parcheggiata i segni della violenta aggressione avvenuta in via Togni

Chi ha assistito alla scena ha raccontato che i tre per un po’ hanno parlato tra loro. Il tono della voce si è fatto sempre più alto e quindi la situazione è degenerata sfociando in una aggressione. È accaduto ieri poco dopo le 13 in via Togni, in zona stazione, in mezzo a decine di persone che hanno assistito alla scena. Due africani, un gambiano di 28 anni e un senegalese di 33 anni conosciuti per episodi di spaccio, hanno incontrato e si sono messi a parlare sul marciapiede con un italiano di 35 anni. Il terzetto ha discusso per un po’ poi i toni si sono alzati e le parole sono diventate grida. Uno dei due africani a questo punto avrebbe sferrato un pugno al 35enne e la situazione è letteralmente esplosa. IL RAGAZZO italiano, sempre secondo chi ha assistito alla lite durata diversi minuti, a qual punto avrebbe estratto dallo zaino una pistola, risultata poi essere una arma giocattolo, e l’avrebbe alzata verso i due africani. La coppia di stranieri non ha fatto una piega. Entrambi si sono buttati a testa bassa verso il 35enne che stato sbattuto contro la saracinesca di un negozio prima e quindi contro una autovettura parcheggiata lì vicino. Uno dei due africani ha immobilizzato l’italiano strappandogli di mano la pistola giocattolo. L’altro africano a quel punto ha cominciato a tempestare di schiaffi e pugni il 35enne tenuto fermo dall’altro straniero. Almeno una decina i colpi che lo hanno raggiunto e Il sangue ha imbrattato il marciapiede e soprattutto il cofano dell’autovettura contro cui è finito l’italiano. Solo dopo diversi minuti qualcuno ha chiamato i carabinieri e una ambulanza. Il 35enne, il volto trasformato in una maschera di sangue, è stato accompagnato in ospedale per essere medicato. Sono invece finiti al comando dei carabineri di piazza Tebaldo Brusato i due africani. Entrambi sono stati fermati con l’accusa di rapina. •

Paolo Cittadini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1