CHIUDI
CHIUDI

31.05.2020 Tags: Brescia

Malati in isolamento a casa sotto quota 900

Positivi ancora in calo ma i contagi insistono e rimangono costanti. I dati di Ats Brescia ieri hanno confermato 33 nuovi contagiati. Di questi 32 sono riconducibili a persone che hanno chiesto aiuto agli ospedali territoriali e uno tra gli ospiti delle Rsa. A dare speranza sono i numeri degli isolamenti obbligatori a casa che scendono sotto la soglia dei 900 (894) per la prima volta dopo tre mesi di epidemia. I guariti con doppio tampone negativo sono invece 8767 su 12874 positivi censiti in provincia. In 24 ore, invece, sono stati registrati 4 nuovi decessi che portano la triste conta a 2487 croci in totale. In Vallecamonica invece nessuna variazione sui dati del 29 maggio né tra i positivi né tra i numeri dei decessi che rimangono 193. Il totale dei casi camuni è fermo a 1807 con 1457 malati tra la popolazione e 350 tra i ricoverati in Rsa. I guariti con doppio tampone negativo sono 1186. IN LOMBARDIA sono stati registrati 221 nuovi positivi al coronavirus e 67 decessi. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i contagi sono 88.758, mentre i decessi 16.079. Questo il quadro fornito dai dati giornalieri della Regione Lombardia sul contagio da coronavirus. Gli attualmente positivi calano di 874 unità (in totale 21.809), mentre i guariti/dimessi aumentano di 1.028 (in totale 50.870). I nuovi tamponi effettuati sono stati 14.301 (741.447), con un rapporto tamponi-positivi dell'1,5%. Venerdì i nuovi positivi erano stati 354, i morti 38. In calo i pazienti Covid ospedalizzati sia in terapia intensiva (-1) che semplicemente ricoverati (-245). In totale i primi sono 172, mentre i secondi 3.307. Venerdì le terapie intensive erano rimaste invariate, mentre i ricoveri erano cresciuti di 82 unità. Nelle altre province lombarde, i contagi maggiori si registrano a Pavia (+35, 5.328) e Bergamo (+21, 13.323). A Lodi 10 nuovi contagi (3.468), mentre con 6 ci sono Cremona (6.448), Lecco (2.736) e Mantova (3.345). Chiude la classifica Sondrio con un nuovo contagio (1.460). Intanto l’Anci Sicilia ieri ha confermato il sostegno alla candidatura di Bergamo e Brescia a capitali della cultura 2023. «Visto il momento particolarmente difficile per via della pandemia che ha colpito le due città lombarde, ritengo che sarebbe un segnale giusto ed equo», ha detto il presidente dell’Associazione dei comuni siciliani, Leoluca Orlando. • Giuseppe.spatola@bresciaoggi.it

Giuseppe Spatola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1