CHIUDI
CHIUDI

19.04.2019

Migliaia di Sikh pronti
al corteo. L’appello:
«Non portate armi»

Un’immagine del corteo dello scorso anno a cui presero parte 25mila Sikh arrivati da tutta la Lombardia
Un’immagine del corteo dello scorso anno a cui presero parte 25mila Sikh arrivati da tutta la Lombardia

Fine settimana di ricorrenze religiose a Brescia, non solo per la Pasqua cristiana, ma anche per la festa il Vaisakhi (o Baisakhi) dei Sikh che ormai, per la nostra città, è diventata una tradizione. Ma, attenzione, anche le tradizioni si devono adattare ai cambiamenti e alle norme, quindi, sebbene faccia parte del rito della festa, «questa volta non portate coltelli o spade», fa appello Kang Sukhdev Sindgh, presidente della Indian sikh community Italy di Gavardo. LA RICHIESTA è rivolta a tutte le migliaia di fedeli provenienti da tutta la Lombardia, che si ritroveranno sabato, a partire dalle 13, in via Corsica, per poi sfilare fino al piazzale dell’Iveco dove ci saranno bancarelle di piatti tradizionali indiani offerti a tutti. Gli anni scorsi, a seconda del meteo, la partecipazione è stata sempre alta, anche perché la festa è molto sentita dai Sikh, che quel giorno si vestono con vestiti eleganti, coloratissimi per celebrare l’inizio della primavera e la nascita della religione Sikh, fondata da Guru Nanak alla fine del XV secolo. Solitamente i maschi indossano il kirpan, la spada cerimoniale che è un simbolo religioso di lotta contra l’ingiustizia e non un’arma, ma questa volta la richiesta degli organizzatori è perentoria: nessuna arma al corteo. Corteo che è sempre ordinato, con un servizio di pulizia autogestito grazie al quale le vie, dopo il passaggio della folla, risultano più linde che in precedenza: solo il piazzale dell’Iveco, punto finale della festa, a volte resta cosparso di petali di fiori, una volta tolto il palco dove trovano spazio i saluti ufficiali da parte delle autorità civili e religiose cittadine, cui, a volte si uniscono quelli di rappresentanti delle associazioni di immigrati. L’invito alla condivisione della festa è sempre esteso a tutti i bresciani, che colgono spesso quest’occasione per assaggiare piatti tipici indiani che vengono offerti durante tutto il percorso del corteo. Ovviamente il traffico subirà alcune deviazioni nelle zone interessate al corteo, quindi tra Brescia Due e Fiumicello, dove si suggerisce attenzione per l’istituzione di temporanei divieti di sosta; subiranno variazioni anche alcuni tragitti degli autobus urbani che transitano normalmente in zona (i dettagli nel pezzo a fianco). Un anno fa, la medesima ricorrenza, ha richiamato a Brescia 25mila Sikh. Una grande folla che, anche in quell’occasione si è mossa ordinatamente lungo le vie della città. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Irene Panighetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1